Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Atzori: “Ce la siamo giocata contro una corazzata”

Atzori: “Ce la siamo giocata contro una corazzata”

Ai microfoni di Radio Touring, Gianluca Atzori, tecnico amaranto al termine di Siena-Reggina: “Ce la siamo giocata alla grande, nel finale ho inserito due attaccanti veloci per provare a portare a casa i tre punti, ma purtroppo abbiamo subito gol su calcio d’angolo, come mai mi sarei aspettato, per qualche

disattenzione. Avevamo di fronte una grandissima squadra, abbiamo fatto bene pur commettendo degli errori. Abbiamo perso Bonazzoli per una botta alla caviglia, Zizzari aveva dato tutto. Quando loro erano stanchi pensavo di sorprenderli con la nostra rapidità davanti, mi dispiace davvero perché i ragazzi oggi meritavano un risultato positivo. In futuro, in partite come questa, dovremo essere più concentrati, perché quando concediamo qualcosa, la paghiamo a caro prezzo. Perché accontentarci ? La partita la volevo vincere per il materiale umano che avevo in panchina, se la società me lo mette a disposizione io sono tenuto a sfruttsarlo. Voglio vincere sempre, a volte ci riesce, a volte no. Il mercato? Mi aspetto qualcosa in entrata, ma prima bisogna portare a termine le uscite. Dopo il 31, finalmente, lavorerò con chi sono sicuro resterà con noi. Numericamente a centrocampo ci manca qualcosa, anche se aspetto il recupero di Castiglia che sta recuperando dall’infortunio. Una squadra troppo giovane? Non lo so, ma sicuramente una squadra che non vuole essere sottomessa da nessuno e oggi ha affrontato una corazzata senza alcun timore reverenziale. Sono andato sotto la curva a salutare i tifosi e li ringrazio per averci seguito qui a Siena, mi fa piacere che la squadra stia mandando segnali secondo cui, contro di noi, è dura per tutti”.