Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Lanzaro: “Guardiamo in faccia la realtà, ma la classifica è corta, chissà…”

Lanzaro: “Guardiamo in faccia la realtà, ma la classifica è corta, chissà…”

Maurizio Lanzaro, capitano della Reggina, torna sulla vittoria degli amaranto contro il Mantova soffermandosi sull’atteggiamento difensivo della squadra: “Il mister voleva che andassimo a prendere gli attaccanti nella loro metà campo. Quando eravamo in fase offensiva, pensavamo già alla fase difensiva. Questo ci permette di essere più corti, di recuperare palla in una zona più avanzata ed è più facile portare pericoli agli avversari”.

 

Gennaio non è finito da molto, inevitabile chiedere a Lanzaro se la squadra si sia rafforzata o indebolita col mercato invernale: “I giocatori che sono andati via erano giocatori importanti, forse la mentalità è differente perchè solo adesso probabilmente abbiamo capito come è fatta la serie B “.

La strada da cercare è ben chiara: “Dobbiamo essere continui, con Iaconi si vedevano bei tratti di partita, alternati ad altri tratti in cui eravamo un’altra squadra. Il rammarico più grande è non aver fatto risultato a Vicenza, quella era la partita che ci avrebbe consentito di puntare con decisione ad altri traguardi. Adesso guardiamo in faccia la realtà, siamo quintultimi, ma la classifica è corta, chissà…”.

Infine, un giudizio sulla gara che gli amaranto disputeranno al Tombolato contro il Cittadella: “E’ una squadra che gioca con un 4-4-2 differente dal Mantova, per portare a casa la vittoria dobbiamo lavorare sui dettagli perchè alla prima distrazione gli avversari ci puniscono. E’ una partita fondamentale, se vinciamo possiamo acquistare credibilità, sarà quasi uno spareggio perchè vincendo potremmo superare un’altra squadra“.