Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Iaconi: “Gioca Castiglia, sono soddisfatto del calciomercato”

Iaconi: “Gioca Castiglia, sono soddisfatto del calciomercato”

Ivo Iaconi, alla vigilia di Vicenza-Reggina, rivela l’intenzione di schierare dal primo minuto l’ultimo ritorno in casa amaranto: “Castiglia sta bene e giocherà. Dispiace aver dovuto sacrificare Morosini, un ragazzo che ha sempre avuto un comportamento esemplare e si è messo a disposizione anche quando l’abbiamo adottato in ruoli che non erano il suo. Sicuramente Castiglia è un giocatore che può fare ancora di più al nostro caso per le sue caratteristiche ed è un ragazzo di proprietà della nostra società”.

 

E’ moderatamente soddisfatto al termine per la strategia adottata dalla società nell’ultimo calciomercato: ” Sicuramente dal calciomercato mi aspettavo di più, ma non sono deluso perchè siamo riusciti a trovare una sistemazione a trovare quei giocatori che erano ai margini della rosa, perchè per costruire qualsiasi risultato calcistico è necessario partire dal gruppo. Non voglio dare responsabilità a nessuno, ma probabilmente con Fiorillo, ma soprattutto Tedesco e Vigiani ci siamo messi dentro quella giusta dose di esperienza e “spirito Reggina” che ci era un pò mancato”.

Nessun timore per tutti quelli che si pensava dovessero partire e che invece sono rimasti: “Per noi sono giocatori importanti e possono diventare rinforzi. Hanno avuto tutti dei problemi fisici e mi riferisco a Brienza e Valdez, entreranno in competizione con gli altri per una maglia da titolare e la competizione fa bene alla squadra. Soprattutto Brienza è un grande giocatore che deve trovare brillantezza e voglia di giocare, perchè dal punto di vista umano e professionale è un ragazzo strepitoso”.

Infine, Iaconi esprime il suo punto di vista sulla gara che i suoi giocheranno al Menti: “Con il nuovo modulo siamo ben coperti dietro, ma occorrerà trovare nuove soluzioni in attacco. Domani mancherà Costa, ma giocherà Rizzato. Abbiamo vinto una partita, ma non dobbiamo pensare di aver superato i nostri problemi. Affrontiamo una gara in cui ci troviamo di fronte una squadra in una situazione analoga a quella del Padova, con la differenza che probabilmente il Vicenza è un pò più forte. Nella nostra ultima partita siamo un pò mancati nelle ripartenze, dobbiamo migliorare sotto quest’aspetto. Nel 3-5-2 per ribaltare l’azione occorre saper giocare bene a calcio. Il Vicenza è una squadra che in casa ha un cammino da zona retrocession, avendo vinto solo due volte tra le mura amiche, che va bene soprattutto fuori, ma soprattutto hanno qualche problema in fase realizzativa. Proseguiremo col nostro modulo, penso, perchè con la carenza di risultati che abbiamo avuto era necessario coprirsi, ma non escludo che si possa tornare ad un 3-4-3 corretto e riveduto e probabilmente quello è un modulo che sappiamo fare meglio”.