Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Viola gol: una Reggina cinica porta a casa i primi tre punti

Viola gol: una Reggina cinica porta a casa i primi tre punti

di Pasquale De Marte – Una Reggina cinica espugna Cesena, sconfiggendo una squadra volenterosa e ben organizzata che probabilmente non avrebbe meritato di perdere, sebbene le occasioni migliori siano comunque state di marca amaranto.

Decisivi il gol di Nicholas Viola a tre minuti dalla fine e la mossa di Novellino che lo ha inserito a metà della ripresa.

Al “Mannuzzi”, il primo squillo della partita lo regala Schelotto con una conclusione volante che va a stamparsi sulla traversa dopo neanche due minuti.

I romagnoli corrono tanto e la Reggina va in affanno soprattutto sulle fasce, proprio lì dove dovrebbe esprimere la sua maggiore forza. Il lancio lungo ricorrente per la testa di Bonazzoli non appare il metodo giusto per scardinare la compatezza del Cesena di Bisoli, ma molto spesso viene usato per necessità.

Ad aumentare il coefficiente di difficoltà del match ci pensano i padroni di casa che in fase di “non possesso” si trovano sempre ad essere in undici dietro la linea del pallone.

Le buone geometrie di Volpi non fanno più notizia, a mancare è il gioco sulle fasce e se Giaccherini, sulla sinistra bianconera, per larghi tratti dà l’aria di essersi travestito da Maradona è lecito pensare che qualcosa non funzioni.

Nonostante tutto, la migliore parata del primo tempo è firmata Antonioli. L’ex portiere di Bologna e Milan effettua un buon intervento respingendo un pericoloso colpo di testa di Bonazzoli, abile a smarcarsi in occasione di un cacio d’angolo.

Il fisiologico calo di un indemoniato Cesena, regala un finale di prima frazione più tranquillo ad una Reggina non certo all’altezza delle aspettative, ma non del tutto negativa al cospetto di un buon avversario.

Ad inizio ripresa è ancora Bonazzoli ad andare vicinissimo al gol su imbeccata di Buscè dalla destra. Il tap in del centravanti, disturbato da Antonioli in uscita, assume una traiettoria arcuata e pur scavalcando il portiere esce di un’inezia.

Si ha l’impressione che la musica possa cambiare, ma la Reggina non riesce ad essere mai pungente. Novellino richiama uno spento Pagano e inserisce Viola, spostando Barillà a destra. Addirittura intorno alla mezz’ora della ripresa è Cassano con un bon intervento a negare la gioia del gol al solito Giaccherini che rientrando da sinistra a destra trova pronto l’ex portiere del Piacenza con una buona conclusione.

Il Cesena con un pò di ostruzionismo prova ad addormentare la partita. Ma la Reggina la sveglia quando ormai sembrava morta. A tre minuti dalla fine Brienza prende palla e allarga intelligentemente per Buscè, che mette un traversone perfetto sul quale si avventa Nicholas Viola che di testa trafigge Antonioli. E’ un gol da tre punti.

I padroni di casa si rendono pericolosi nel finale, ma hanno dato troppo per poter avere la forza di pareggiare una gara che probabilmente non hanno meritato di perdere.

Prima vittoria in campionato per Novellino e l’averla portata a casa senza entusiasmare rende questi tre punti una dimostrazione di forza ancor più evidente agli occhi degli avversari.

Clicca sui titoli in basso per ulteriori approfondimenti:

 LE PAGELLE DI CESENA-REGGINA

NOVELLINO:”SIAMO STATI FORTUNATI, MA ABBIAMO GIOCATORI CHE POSSONO RISOLVERE LE PARTITE”

 N.VIOLA: “DEDICO IL GOL ALLA MIA FAMIGLIA”