Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, primo allenamento della stagione

Reggina, primo allenamento della stagione

di Pasquale De Marte – Primo allenamento dell’anno per la Reggina, che in attesa di partire per il ritiro di Roccaporena, ha iniziato a lavorare al S.Agata. Sotto gli occhi vigili di Walter Novellino

 e dei suoi collaboratori Marco Carrara e Luigi Pedone il tecnico ha diretto la sessione che si è articolata in una parte atletica diretta dal preparatore Ferretto Ferretti e in un’altra addirittura tattica, in cui si è iniziato a provare il 4-4-2, marchio di fabbrica dell’allenatore irpino.

Buono il numero dei rumorosi spettatori presenti che con continui cori hanno incitato la squadra sotto il caldo di un pomeriggio estivo e ad un certo punto lo stesso Novellino ha dovuto chiedere ai tifosi di sospendere per qualche minuto i cori per poter farsi sentire dai suoi giocatori, sebbene l’ex allenatore del Torino abbia molto gradito il calore offerto dai supporters amaranto.

Nonostante tutto, le urla di Novellino si sono quasi sempre udite nitidamente e non si offenderà nessuno se ad oggi si può dire che in un solo allenamento si è avuta l’impressione di sentire più richiami verso i giocatori di quanti ce ne siano stati nelle ultime due stagioni.

C’era curiosità per capire quali fossero i giocatori tagliati da una rosa pletorica e il primo indizio, ovvero l’assenza di quest’oggi, è un fattore comune ai vari Joelson, Pettinari, Rizzo, Cascione, Tognzzi,Tullberg, Alvarez, mentre risulta ancora convalescente Andrea Costa, Edgar Barreto pare essere già sulla via di Bergamo e probabile termine di raduno proprogato per Valdez e Montiel.

I giocatori che si sono allenati quest’oggi al S.Agata sono stati: Puggioni, Kovasik, Marino, Adejo, Camilleri, Lanzaro, Santos, Rizzato, Missiroli, Volpi, Carmona, Hallfredsson, Nicholas Viola, Barillà, Stuani, Brienza, Alessio Viola e Ceravolo,

Dall’allenamento odierno è stato possibile addirittura valutare qualche aspetto tattico tra cui quello che potrebbe essere l’utilizzo in campo di giocatori per i quali sembrerebbe trovare difficile una collocazione nel 4-4-2 come ad esempio Hallfredsson che Novellino pare voler impiegare come interno di centrocampo e non come esterno, non avendo il passo per il suo gioco sulle fasce.

La Reggina resterà in ritiro in riva allo Stretto fino alla fine di questa settimana, prima di spostarsi in Umbria dove probabilmente in organico potrebbero arrivare nuovi elementi destinati a rafforzare la rosa.