Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Presunta combine: Brienza si avvale della facoltà di non rispondere

Presunta combine: Brienza si avvale della facoltà di non rispondere

altChiamati in aula per rispondere alle domande dei magistrati antimafia di Palermo, i tre giocatori, Franco Brienza della Reggina, Salvatore Aronica del Napoli, e Vincenzo Montalbano, ora al Ribera, indagati come Foschi per frode sportiva, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

I tre sono stati coinvolti nell´ambito di un´inchiesta coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo, dall´ex avvocato dei boss Salvatore e Sandro Lo Piccolo, oggi collaboratore di giustizia Marcello Trapani, su una presunta combine della partita Ascoli-Palermo del 24 maggio 2003. La gara finì 1-2, ma secondo l´ex legale, che oggi vive in un luogo segreto con la famiglia, la partita sarebbe stata ´aggiustata´ in cambio di una somma di denaro.