Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: ecco le novità regolamentari in Serie B

Reggina: ecco le novità regolamentari in Serie B

altSarà una Serie B molto diversa, quella che la Reggina ritroverà dopo la promozione del 2002. Il riferimento, in questo caso, va ai regolamenti su promozioni e retrocessioni, nonchè sulle restrizioni agli organici.

Le promozioni sono tre, di cui almeno due dirette. Le prime due classificate, infatti, otterranno l’accesso in Serie A. La terza potrebbe ottenere lo stesso diritto se, al termine delle 42 giornate di campionato (oggi la B è composta da 22 squadre), avrà più di 9 punti di vantaggio sulla quarta. Altrimenti si passerà ai play-off: terza contro sesta e quarta contro quinta classificata in semifinale, le vincenti si affronteranno in finale. Tutte le gare dei play-off si intendono andata e ritorno.

Retrocedono in Prima Divisione quattro squadre, di cui almeno tre in maniera diretta. La quartultima classificata ha la possibilità di disputare il play-out, in una gara con andata e ritorno, con la quintultima. Se la quintultima avrà un vantaggio di almeno 5 punti sulla quartultima, il play-out non si disputerà e retrocederanno direttamente le ultime quattro classificate.

Importanti le restrizioni agli organici. In base ad un accordo sancito nel maggio 2008, in questa stagione i club della cadetteria hanno potuto presentare una lista di 19 calciatori senza restrizioni, che dalla stagione 2009/10 diventeranno 18. A questi, sarà possibile aggiungere un’altra mini-lista di 4 giocatori che abbiano militato per almeno 3 stagioni nella società di appartenenza, tra i 14 ed i 21 anni di età (esempio per la Reggina: Cirillo, Missiroli, Ceravolo e Marino).

Oltre a questi 22 calciatori complessivi, sarà possibile schierare tutti gli Under 21, all’unica condizione che non si trovino nell’attuale club con la formula del prestito secco.

Tale lista andrà consegnata entro il primo giovedì seguente alla data di chiusura del calciomercato estivo. I calciatori tesserati ma rimasti fuori dalla lista del singolo club non saranno utilizzabili in gare ufficiali (fatta eccezione per i portieri, ripristinabili in caso di infortunio di un pari ruolo): potranno cambiare club anche a calciomercato chiuso, previa rescissione del contratto vigente, oppure attendere la riapertura delle liste che avverrà all’inizio della sessione invernale di calciomercato. In quel periodo, ciascun club potrà modificare la lista, consentendo l’inserimento o di nuovi acquisti o, appunto, di calciatori esclusi a settembre ma rimasti a libro paga, a scapito ovviamente di chi era presente nella lista estiva. Il primo giovedì successivo alla chiusura del calciomercato invernale costituirà la data ultima per presentare la nuova lista definitiva dei 22 giocatori.

Paolo Ficara