Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Novellino: “La Reggina? Voglio rimettermi in gioco e vincere”

Novellino: “La Reggina? Voglio rimettermi in gioco e vincere”

altLe valutazioni sul prossimo allenatore sono adesso il tema dominante in casa Reggina. Alla fine il presidente Foti, dopo aver vagliato alcune soluzioni, dovrebbe aver accantonato l’idea di affidarsi ad un emergente per incaricare un uomo di maggiore polso. Viene dunque a cadere l’ipotesi Foscarini, mentre Atzori, che ha rappresentato più di una tentazione, potrebbe accasarsi al Catania. Nei pensieri di Foti potrebbe essere tornato Walter Alfredo Novellino, già contattato nell’ottobre scorso (anche se il diretto interessato continua a negare…).

L’ex allenatore del Torino spende delle buone parole per l’operato della Reggina, nonostante l’avvenuta retrocessione: “Ognuno cerca di fare le cose nella maniera giusta. Foti ha fatto tutto il possibile – ha dichiarato Novellino a Strill.it – La Reggina non è stata fortunata, essendo la più forte tra le squadre che lottavano per non retrocedere. Ha dei giovani importanti, secondo me non meritava questo risultato. Certi giovani potranno fare la differenza in B. Forse servirà anche un tocco d’esperienza, ma Foti e Martino sanno cosa fare”.

Il tema dei contatti avuti nell’autunno scorso con Foti viene così affrontato: “Sì, era meglio che accettavo…. Scherzo, il presidente non mi ha mai contattato, anche se mi ha fatto piacere essere accostato ad una società e ad una azienda così importante”. Novellino venne richiamato dal Torino (“Avevo un contratto”), e lì ha avuto a che fare con Nicola Amoruso, in predicato di essere in trattativa con la Reggina per la prossima stagione: “Dal punto di vista atletico ha pagato qualcosa. Credo che Nicola abbia bisogno di una città di mare. E’ un giocatore importante, ha fatto molto bene alla Reggina”.

Quando gli parliamo della possibilità di allenare la Reggina nella prossima stagione, Walter Novellino prova a cambiare discorso, poi mostrando disponibilità risponde: “La Reggina è una società seria. Ho tanta rabbia, ho voglia di allenare e di rimettermi in gioco. La Serie B? Non ho paura. Per me vincere è importante. Voglio dimenticare l’unico lavoro non fortunato che è stato a Torino. In Serie B non mi vergognerei affatto. Contatti con la Reggina? Io faccio l’allenatore e vorrei vincere, se c’è la possibilità a Reggio, perchè no? Ancora non mi ha chiamato nessuno, aspettiamo”.

Paolo Ficara