Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Forza Reggina, non mollare proprio adesso

Forza Reggina, non mollare proprio adesso

I risultati di oggi pomeriggio consentono alla Reggina di mettere subito da parte la pesante sconfitta subita ieri dalla Sampdoria. I giovani amaranto non hanno brillato per concentrazione ed organizzazione di gioco, ed hanno pagato caro i primi due episodi. Sul primo gol troppi calciatori si sono fatti attrarre dal pallone, lasciando libero Dessena al limite dell’area, mentre l’espulsione di Valdez ha offerto il fianco ad una Sampdoria che aveva tutta la voglia di affossare la Reggina. Una partita che è somigliata, solo per il primo tempo, a quella giocata ad Empoli due anni fa. Stavolta non c’è stata alcuna reazione da parte degli amaranto, che rispetto al passato hanno un’età media più bassa e che erano sicuramente già scoraggiati per via dell’inferiorità numerica.

Chi si aspettava un atteggiamento molle da parte dei blucerchiati, attesi mercoledì dalla finale di Coppa Italia, troverà modo di inveire a destra e a manca. Chi invece era convinto che la Reggina dovesse sudarsi il risultato con le proprie forze, ha il dovere di invitare la squadra a non mollare, e può coltivare l’illusione che nessuno regali niente anche nel prossimo turno di campionato, nè agli amaranto nè alle dirette concorrenti per la salvezza. Per quanto riguarda la ferocia agonistica messa in campo dalla Sampdoria, il tempo sarà come sempre galantuomo.

La Reggina non deve assolutamente buttare via il lavoro delle ultime settimane, che aveva prodotto 7 punti in 3 partite, e dovrà rimanere compatta per centrare il più che possibile obiettivo dei 36 punti. Torino, Bologna e Lecce si sono dimostrate ancora una volta incapaci di vincere una partita, nè contro loro stessi nè contro un avversario rimaneggiato come il Napoli. La gara di Genova potrebbe servire da insegnamento, in modo che in settimana nessuno si inoltri in improbabili discorsi su un Cagliari demotivato. Nei prossimi giorni, i tifosi troveranno altri modi per occupare il tempo. Ad esempio, mercoledì c’è la finale di Coppa Italia: forza Lazio!

Paolo Ficara