Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Orlandi: “Sostituzioni condizionate dagli infortuni”

Orlandi: “Sostituzioni condizionate dagli infortuni”

Nevio Orlandi analizza lo 0-0 che la sua Reggina ha ottenuto contro il Palermo: “Nel primo tempo arrivavamo sempre dopo sul pallone, ma non per problemi fisici, più che altro la pressione ci ha tirato un brutto scherzo. Non a caso nel secondo tempo se le situazioni si sono invertite e solo per l’imprecisione che abbiamo avuto nel battere a rete non siamo riusciti a passare in vantaggio e a potare a casa la vittoria. Questa era una partita da vincere per tirarci fuori dal fondo, è un

 altro piccolo passo e un punto guadagnato sul Lecce, sicuramente troppo poco.  Non dobbiamo pensare alle otto vittorie di cui si parla tanto  da conquistare, ma a ciascuna gara una dopo l’altra, perché la media salvezza può alzarsi o abbassarsi. Sestu dall’inizio?  Anche Krajcik è un giocatore di spinta, ma oggi forse abbiamo pagato la condizione di più di un elemento.  Siamo stati sfortunati perché abbiamo avuto due sostituzioni forzate con i problemi fisici di Campagnolo e Barillà, ma forse abbiamo trovato un Hallfredsson che potrà tornarci utile nel prosieguo del campionato.  L’idea che avevo era quella di inserire un altro giocatore offensivo, purtroppo le situazioni della partita non mi hanno permesso di apportare questo cambiamento. Vanno sottolineate le prestazione di Puggioni che ci ha evitato la beffa  e quella di Cirillo che si è saputo porre bene in marcatura su giocatori  difficili da contenere. A Catania sicuramente rientrerà Cozza perchè non possiamo fare a meno della sua qualità in mezzo, valuteremo le condizioni degli altri centrocampisti nel fare delle scelte”.