Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Scopelliti: “Cambio allenatore passaggio obbigato; città non merita certi atteggiamenti”

Scopelliti: “Cambio allenatore passaggio obbigato; città non merita certi atteggiamenti”

 

“Il cambio dell’allenatore è stato un passaggio obbligato per rilanciare le ambizioni della Reggina”. E’ quanto dichiara il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti all’indomani della decisione della società di amaranto di esonerare il tecnico Giuseppe Pillon e richiamare in panchina Nevio Orlandi

“E’ stato deludente negli ultimi mesi – prosegue il Primo Cittadino – registrare

le prestazioni di una squadra senza mordente, demotivata e poco attaccata alla maglia. La città non merita questi atteggiamenti. Vogliamo rivedere i calciatori pronti ad entrare in campo per raggiungere insieme alla città quello che per noi rimane sempre un grande traguardo. E’ vero, infatti, che per salvarsi ci vorrà un’impresa ma la Reggina in passato ci ha abituati a conquistare risultati insperati, non ultima la permanenza partendo dalla pesante penalizzazione. Solo una ritrovata coesione e la capacità degli uomini più rappresentativi a guidare dentro il campo la squadra potrà regalarci la permanenza. La Reggina è il nostro fiore all’occhiello ed è un patrimonio che non possiamo disperdere. La serie A ci appartiene e abbiamo dimostrato di poterci stare con merito. C’è un legame forte tra questa squadra e la città e i risultati degli ultimi ventidue anni lo hanno dimostrato. Tutti, ognuno per la sua parte, dobbiamo essere impegnati al raggiungimento dell’obiettivo. Sono anche sicuro – prosegue il sindaco Scopelliti – che il presidente Foti e il direttore sportivo Martino non esiteranno un solo istante ad operare sul mercato gli aggiustamenti necessari, peraltro già auspicati, che ci consentiranno di essere maggiormente competitivi e raggiungere la permanenza. Il cambio tecnico rappresenta un segnale forte per i calciatori che adesso devono dare dimostrazione di attaccamento alla Reggina. Vestire la maglia amaranto significa sudore e sacrificio e rispetto nei confronti di una città che si identifica nella sua squadra. Ci sono ancora diciotto partite da disputare e se affrontate con la mentalità giusta, nessun risultato può essere precluso. Già dalla partita di questo mercoledì sera a Torino – conclude il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti – mi aspetto una pronta reazione della squadra chiamata a dare un segnale di vitalità, attaccamento e amore verso questa maglia e questa città”.

(Roto San Giorgio)