Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Foti: “Nello sport si può perdere, non voglio illudere nessuno”

Foti: “Nello sport si può perdere, non voglio illudere nessuno”

 Ne ha per tutti, il presidente Foti, al termine di Reggina-Chievo:  “Da parte mia  c’è amarezza, mentre rassegnazione no, perché non mi appartiene. Per chi ha il coraggio di combattere, come penso di avere,  questo non esiste. Ci sono delle valutazioni oggettive da fare come quelle sul signor Damato di Barletta, che ha fatto si che gli episodi girassero

a sfavore della Reggina che non ha fatto grandi cose, ma è stata penalizzata oltre ai suoi meriti.  Già domenica scorsa abbiamo visto come il Chievo abbia usufruito di un rigore che non c’era, decisivo ai fini della vittoria contro il Chievo.  Abbiamo le spalle larghe per crederci fino alla fine, chi è uno sportivo sa che qualche volta le sconfitte possono arrivare e io mi sento uno sportivo. Ci sono diciotto partite, non voglio illudermi, ma c’è un percorso ancora da fare e voglio viverlo con tutta la forza e il coraggio che riconosco a me e alla squadra, che ha retto pur giocando in inferiorità numerica in uno scontro diretto.  La contestazione dei tifosi?  Dispiace, ma come non mi hanno mai esaltato i cori favorevoli, oggi non mi abbattono quelli sfavorevoli.  La cosa che mi lascia perplesso è che siano stati un po’ prevenuti  nei miei confronti  perché i cori all’inizio non me li sarei aspettati.  E’ chiaro che partono da una curva che negli ultimi anni ha perso lo smalto di un tempo e non trascina la squadra come un tempo, e mi pare che il loro supporto sia adeguato al risultato della squadra”.

 

Qualche battuta su Pillon, sul mercato e sul futuro della squadra: “Pillon è e resta il responsabile tecnico della Reggina.  Il mercato è ricco di difficoltà oggettive, si basa su scambi o su risorse economiche di chi può spendere tanto,  che evidentemente non è la Reggina. Allo stato attuale non ci sono i margini per delle trattative che possano portare giocatori in grado di migliorare l’attuale organico. Alla squadra ho detto che servono otto vittorie, il tempo dirà se saremo in grado di farle”.