Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Ag. Cribari: “Si decide la prossima settimana”

Ag. Cribari: “Si decide la prossima settimana”

Il primo obiettivo della Reggina per la difesa dovrebbe essere Emilson Cribari della Lazio. Al di là delle smentite del presidente biancoceleste Lotito (che un anno fa di questi tempi negava la trattativa per Makinwa), il discorso è stato affrontato: “Ho saputo che Cribari può interessare alla Reggina, anche se io non sono stato chiamato da nessuno –

 ha dichiarato l’agente del difensore, Davide Torchia, a Strill.it – Se è uscita questa voce, può esserre successo un contatto tra le società. Finchè Lotito non prende una decisione, il resto sono chiacchiere”.

Dunque non è vero che l’ex empolese si sia già espresso negativamente su un suo passaggio in riva allo Stretto: “Smentisco che Cribari abbia manifestato perplessità di fronte all’ipotesi Reggina, anche perchè ancora non è stata formalizzata una proposta”.

Cribari finisce ormai stabilmente in panchina nella Lazio, e quando verrà recuperato Siviglia il tecnico Rossi potrebbe anche iniziare a mandarlo in tribuna: “Il calciatore vorrebbe rimanere alla Lazio – afferma Torchia – Mancano due partite alla fine del mercato, bisogna vedere come si evolve la situazione. Se il giocatore non viene più preso in considerazione, vedremo. In queste cose conta molto il volere della Lazio”.

Lotito avrebbe chiesto uno sproposito allo Spartak Mosca, per cedere Cribari a titolo definitivo: “Otto milioni è una cifra alta, al di là della bravura del calciatore, ma se ha chiesto così tanti soldi evidentemente non vuole darlo via”. E se invece Lotito avesse sparato alto proprio perchè è già in parola con un altro club per la cessione in prestito? “Potrebbe essere”, si limita a rispondere l’agente Davide Torchia.

Cribari è stato accostato anche a Milan e Fiorentina, ma se reclama spazio da titolare forse la Reggina fa maggiormente al caso suo: “Tutte queste cose fanno parte della valutazione generale. Se non in questa, nella prossima settimana ci sarà una definizione. Non credo che si arriverà al 2 febbraio per concretizzare qualcosa”.

Paolo Ficara