Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: la carriera di Pillon

Reggina: la carriera di Pillon

Giuseppe Pillon, detto Bepi, è il nuovo allenatore della Reggina. Nato a Preganziol (Tv) l’8 febbraio nel 1956, ha una carriera da giocatore iniziata nel 1972 nelle giovanili della Juventus, ma proseguita fino al 1992 nelle categorie inferiori. Di altro spessore il suo curriculum da allenatore.

E’ salito agli onori della cronaca per la prima volta nella metà degli anni ’90, quando riuscì a guidare il Treviso dalla D alla B. Poco fortunate le successive esperienze in cadetteria, con Padova, Genoa, Pistoiese, Ascoli e Bari, dove nonostante un gioco di buona fattura invece dei risultati, sono arrivati soprattutto gli esoneri.

Raro esempio di profeta in patria, ha bisogno di tornare a Treviso per ottenere un altro successo. Il campionato 2004-05 lo vede subentrare in corsa, con i trevigiani in piena zona retrocessione. Impostando un classico 4-4-2 e valorizzando gli attaccanti Reginaldo e Barreto, Pillon riuscì a far volare la squadra fino ai play-off, consentendo il ripescaggio in massima serie nell’estate successiva.

Nella stagione successiva, va al di là delle più rosee aspettative alla guida del Chievo. Il primo campionato di Bepi Pillon in Serie A culminò con la qualificazione, ottenuta sul campo, alla Coppa Uefa, poi trasformatasi in preliminare di Champions dopo Calciopoli.

Esonerato dal Chievo nella stagione successiva, la terza esperienza sulla panchina del Treviso, l’anno scorso, si è rivelata infruttuosa. L’ex allenatore della Reggina, Walter Mazzarri, ha detto di lui: “Quando ho allenato a Pistoia, lì la gente diceva di aver visto il miglior calcio con Pillon”. Sempre in terra toscana, il neo-allenatore della Reggina ha avuto alle proprie dipendenze Luca Vigiani, anche se per un breve periodo in virtù delle precarie condizioni fisiche del centrocampista.