Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / I numeri della Reggina

I numeri della Reggina

Quella con l’Atalanta è stata la seconda vittoria consecutiva per la Reggina in campionato. Non accadeva dal finale della scorsa stagione quando la squadra di Orlandi mise insieme addirittura tre successi consecutivi contro Parma, Catania ed Empoli piazzando il break decisivo per servire alla storia l’ennesimo miracolo “made in Reggio Calabria”.

In questa stagione la formazione amaranto ha beneficiato di tre calci di rigore, esattamente quanti ne ha rimediati in tutto lo scorso campionato, ma il dato diventa meno soddisfacente se si considera che il solo Chievo ne ha avuti di più contro (4 contro tre assegnati alla Reggina).

La formazione dello Stretto è quella che assieme al Bologna va a segno con meno giocatori (Corradi, Brienza, Cozza, Costa) a fronte dell’Inter che ha mandato a bersaglio ben nove uomini.

Il dato che vede gli amaranto in vetta assieme ai neroazzurri di Mourinho è quello dei giocatori schierati dagli allenatori: sia il portoghese che Orlandi si sono affidati a venticinque effettivi nel corso delle tredici gare di campionato fin qui disputate.

Ciccio Cozza ha segnato la quarta punizione da quando veste la maglia amaranto in serie A, ritornando a trovare la porta in questo fondamentale dopo circa otto mesi, dato che l’ultimo calcio piazzato trasformato in gol risale al 13 marzo del 2008.

Bruno Cirillo con 1138 minuti di utilizzo resta il giocatore più utilizzato da Orlandi, ma a tallonarlo da vicino ci sono i due motorini di centrocampo sudamericani: Barreto (1127) e Carmona (1142).