Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Catania, nota societaria su lamentele tifosi

Reggina-Catania, nota societaria su lamentele tifosi

Con la seguente nota, la Reggina Calcio ha spiegato la propria versione dei fatti in merito alla presenza dei tifosi del Catania, in vari settori dello stadio ‘Granillo’ nel derby di ieri. Gli abbonati della Tribuna Nuova, in maniera particolare, avevano manifestato le proprie rimostranze nei confronti

del presidente Foti:

La Reggina è consapevole del disagio avvertito ieri dai propri tifosi. Quando qualcosa succede ci sono sempre delle responsabilità e la Reggina, come al suo solito, si assume le proprie, ma intende anche chiarire perchè si è giunti al disagio. Nei giorni precedenti la gara, la Reggina aveva sollecitato alle autorità competenti la massima attenzione relativamente all’ingresso allo stadio dei tifosi ospiti. La disposizione, alla quale la Reggina si è attenuta, è stata di limitare la vendita dei biglietti del settore ospiti a 500 posti.
Catania e Reggio sono due città vicine; la Reggina non poteva vietare alle prevendite di Reggio Calabria la vendita di biglietti ai non residenti e quindi alcuni tifosi catanesi, finita la dotazione del settore messo loro a disposizione hanno comprato il biglietto di Tribuna Nord. Ieri, vista la presenza dei tifosi ospiti nella Nord ed il giusto rifiuto degli abbonati ad accedere ai loro posti, la Reggina ha preso l’unica decisione che poteva autonomamente adottare per tutelare i propri tifosi che rappresentano il vero patrimonio della società: li ha ospitati in Tribuna Est.
Le difficoltà avvertite nella Tribuna Nuova, invece, sono l’effetto di una errata valutazione della società. Nei giorni precedenti la gara, alcuni professionisti catanesi avevano fatto richiesta di poter acquistare il biglietto di Tribuna coperta a Catania, in quanto intenzionati a venire allo stadio con le loro famiglie. La Reggina, in perfetta buona fede, ha consentito l’apertura del solo settore Tribuna Nuova anche perchè il tifoso ospite non è solo quello che va in curva, ma anche una serena tranquilla famiglia che vuole comodamente vedere la partita di calcio magari dopo una passeggiata sul lungomare. Così non è stato. La volontà della Reggina è di prestare ancora maggiore attenzione a tutela dei propri sostenitori affinchè in futuro non si verifichino episodi spiacevoli.