Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Orlandi:”A Roma atteggiamento sbagliato”

Orlandi:”A Roma atteggiamento sbagliato”

Atipica conferenza stampa per Nevio Orlandi, che in questo martedì 23 settembre si trova a commentare la debacle di Roma a pochi giorni dalla stessa e l’immediato impegno di domani sera contro il Milan.

Il tecnico è tornato sulla gara dell’Olimpico“L’atteggiamento mentale di Roma è stato negativo, perché siamo stati incapaci di reagire al  vantaggio romanista. I ragazzi ne sono coscienti, sebbene il fatto di subire un gol alla fine di un tempo e all’inizio dell’altro è una bella bastonata per chiunque”.

Secondo l’allenatore amaranto l’imprecisione di alcuni uomini è stata decisiva contro i capitolini “Sabato abbiamo sbagliato troppo in fase di disimpegno, innescando noi le manovre della Roma. E’ stata questa la chiave della gara, assieme al fatto che abbiamo la necessità una maggiore compattezza tra i reparti, con meno palle in orizzontale e più manovre verticali senza lanci lunghi. Non dimenticando che ogni tanto ad incidere è anche la scarsa esperienza che abbiamo in alcuni nostri elementi.

A chi gli chiede se i tanti giovani in campo siano un rischio eccessivo, lui risponde così:”Al fatto che siano andati in campo tanti giovani non è un azzardo, è pur vero che abbiamo qualche infortunato nel settore di centrocampo così come che la prestazione offerta da questi ragazzi non meno di dieci giorni fa era tale dal poter puntare su di loro.  Se poi vogliamo fare un riferimento specifico vi dico che Carmona è uno che gioca in nazionale A, che Barillà viene da un campionato di B in cui si è guadagnato un posto da titolare e che Di Gennaro ha fatto bene il lavoro che gli veniva richiesto, ovvero rallentare l’avvio dell’azione romanista”.

La coppia di centrocampisti tutta sudamericana non ha pienamente convinto, Orlandi la pensa così:”Sabato Barreto e Carmona sono rimasti troppo vicini, possono far bene anche se ora credo che il loro migliore utilizzo sia in un centrocampo a tre con il cileno basso davanti alla difesa e Barreto sul centro destro-destra”.

Infine, il pensiero va al prossimo impegno:”Contro il Milan andremo a cambiare qualcosa, anche in considerazione di chi scenderà in campo. Dobbiamo valutare oggi la condizione di un paio di uomini che hanno svolto lavoro differenziato, tireremo le somme domani mattina e prenderemo le decisioni più logiche. Loro  forse faranno riposare qualche uomo in vista del derby, ma il loro è un organico talmente competitivo che chi entra difficilmente fa rimpiangere ch esce, soprattutto perché hanno la necessità di vincere dopo la partenza falsa”.

Un’ultima battuta Orlandi la regala a una precisa domanda che chiedeva il perché abbia risposto a quella domanda in diretta adel giornalista di Sky Sport Alessandro Bonan che gli chiedeva se si sentisse un allenatore di serie A: “Ho risposto perché i miei genitori mi hanno tramandato i valori dell’educazione”.