Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Chievo-Reggina, le pagelle di Strill.it

Chievo-Reggina, le pagelle di Strill.it

Campagnolo voto 5,5 – Bravo, bravissimo fino al maledetto minuto numero ottantotto. Poi il suo errore, clamoroso occore dirlo, si rivela decisivo ai fini del risultato. In passato ha avuto altri momenti difficili, e si è saputo sempre riprendere dimostrando di avere le spalle abbastanza grandi. La speranza è che il contratto in scadenza nel 2009, e la mancata cessione di Puggioni rappresentino un cumulo di pressioni difficili da sopportare.

Lanzaro voto 5,5 – Sempre puntuale in fase difensiva, sbaglia quasi tutti i passaggi.

Cirillo voto 5 – Soffre Pellissier , rinvia a casaccio in più di una circostanza anche quando non ce ne sarebbe bisogno. E’ il lontano parte del giocatore che ha finito la passata stagione.

Valdez voto 6 – Non dà mai l’impressione di andare in difficoltà, e si fa valere soprattutto nel gioco aereo.

Aronica voto 6,5 – Si temeva che potesse avere azzerato le motivazioni dopo l’annunciata, e poi mancata, cessione estiva.  La prestazione di oggi lo consacra come il miglior difensore a disposizione di Orlandi, perderlo domani sarebbe un peccato.

Vigiani voto  6 – E’ in grande condizione fisica, si intestardisce un pò troppo nel posesso di palla ma ciò avviene anche per l’immobilismo che coinvolge i compagni di squadra e il mancato appoggio di Lanzaro.

Barreto voto 6 – Da lui ci si aspettano i grandi colpi che non arrivano a coronamento di una prestazione tutto sommato dignitosa.

Tognozzi voto 6 – E’ ovunque e dove può tappa i buchi.

Hallfredsson voto 6 – Pessimo da esterno sinistro, aumenta il suo rendimento quando alza il baricentro e viene schierato dieci metri più internamente al campo.

Ceravolo voto 5,5 – Non riesce mai a pungere, andrebbe lanciato in profondità per far valere la sua velocità ma questo avviene raramente.

Corradi voto 6,5 – Immarcabile con le buone maniere sui palloni alti, si prende i pugni degli avversari che provano a contrastarlo. Si guadagna un rigore  che realizza e gioca con grande generosità. Appare un giocatore recuperato e se dovesse supportarlo la condizione potrebbe essere un crack, specie se presto dovesse ritrovarsi al proprio fianco uno come Brienza.

Costa voto 6 – Ha avuto una settimana difficile a causa di noie muscolari, ma si fa trovare pronto.

Cascione s.v. – Con un colpo di testa centrale impegna Squizzi.

Stuani s.v. – Non sfrutta un’occasione da rete, comunque  difficile da concretizzare.

Orlandi voto 6 – Lo schieramento iniziale era il più logico, anche alla luce del materiale umano che ha a disposizione. Nel primo tempo era inevitabile che la velocità del Chievo potesse mettere alle strette gli amaranto, mentre gli si può muovere un appunto sul fatto che la squadra si schiacci troppo in occasione dei calci piazzati. Non è un caso che il gol di Italiano, lasciato solo, arrivi da un tiro arrivato dal limite, con la retroguardia  schierata a difesa della propria porta per un calcio d’angolo.

Pasquale De Marte