Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Cirillo parla da leader

Reggina, Cirillo parla da leader

Torna a parlare Bruno Cirillo, ovvero colui che è destinato ad essere il capitano pro tempore della Reggina in attesa che Cozza recuperi dall’infortunio:”Penso che è cambiato pochissimo rispetto alla scorsa stagione, perchè sono andati via dei giocatori importanti come Amoruso e Modesto, ma secondo il mio parere Corradi e Fabiano possono non farli rimpiangere.  Altri nuovi come Carmona  sono giovani di grande qualità che possono migliorarci, l’importante è non caricarli di troppe responsabilità. Quello che mi auguro sia rimasta è la mentalità votata al sacrificio e alla lotta perchè senza quella hai difficoltà a confrontarti in serie A”. Il difenore non ha timore, ma solo rispetto nei confronti delle neopromosse che si aggiungono alle formazioni che si giocheranno la salvezza “Bologna, Lecce e Chievo conoscono bene la serie A e lotteranno insieme a noi, si sono rafforzate rispetto alla scorsa stagione ma noi non siamo stati da meno e per questo credo che partiamo alla pari”. E’ una Reggina che sta faticando nel corso di questo ritiro, ma che allo stato attuale si trova priva del suo leader:”Ciccio purtroppo si è fatto male, ma ci ha fatto piacere vederlo per due giorni in ritiro seppur con le stampelle. Purtroppo macherà ancora a lungo, ma noi stiamo cercando di dare il massimo e ad oggi la stanchezza si fa sentire, ma ciò che conta è farci trovare pronti per il campionato. Non a caso stiamo provando diverse soluzioni tattiche per darci la possibilità di adottare diversi schieramenti, soprattutto in difesa”. Un’ultima battuta la regala sulla concorrenza che c’è in retroguardia nel settore centrale:”Siamo in cinque nello stesso ruolo, la concorrenza se c’è ed è sana non può che far bene nell’interesse della squadra”.