Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Lanzaro in stand-by

Reggina, Lanzaro in stand-by

Ufficializzata la cessione di Nicola Amoruso al Torino, nelle prossime ore la Reggina continuerà a valutare le offerte per altri petali della propria rosa. Magari tentando qua e là di piazzare qualche colpo anche in entrata. Non ci sono novità dell’ultim’ora, ma rimane aperta la trattativa col Parma per Maurizio Lanzaro. La speranza è che il presidente Foti resista agli assalti dei ducali per un calciatore che ha sempre dimostrato straordinarie doti sul piano umano, oltre a non far mai mancare il proprio apporto sul campo, al di là del ruolo.

Una speranza alimentata anche dalla convocazione, ricevuta dallo stesso Lanzaro, per il raduno della Reggina, in programma il 15 luglio al Sant’Agata. La tentazione invece potrebbe essere rappresentata o da una allettante offerta per il cartellino, che il Parma ha già formulato, oppure dalla possibilità di ottenere una contropartita tecnica di buon spessore.

Difficile che gli emiliani si vogliano privare di Morrone. Stesso discorso per Reginaldo, che la Reggina avrebbe provato a chiedere. Il brasiliano verrebbe ceduto solo di fronte ad offerte superiori ai 4 milioni. Il nome giusto potrebbe essere quello di Davide Matteini, classe ’82. Foti lo ha chiesto a Ghirardi e si è già informato sulla disponibilità del calciatore a trasferirsi a Reggio Calabria.

Le perplessità (nostre) sono legate alle caratteristiche di Matteini, punta esterna che predilige partire da sinistra. La sua presenza in campo escluderebbe quella di uno tra Brienza e Cozza, a meno che non si voglia giocare all’arma bianca. Proprio le caratteristiche dell’ex empolese inducono il Parma a privarsene, dato che Cagni ha già a disposizione Reginaldo e Kutuzov come punte esterne.

Difficile credere che Matteini possa essere il sostituto di Amoruso. In prima fila, in tal senso, c’è Bernardo Corradi. L’ex attaccante di Lazio e Chievo è stato chiaro sabato scorso a Strill.it, bisognerà attendere la decisione del Manchester City per poi capirne il futuro. Gli inglesi dovranno pronunciarsi su un eventuale annullamento del contratto dell’ariete, valido fino al 2009.

A proposito di annullamenti contrattuali. Bruno Cirillo attende ancora di rescindere il proprio accordo col Levante. Il problema è legato agli emolumenti non percepiti dalla società spagnola nella passata stagione, di cui Cirillo reclama il pagamento. Il club di Valencia da quest’orecchio non ci sente, forse perchè attende che si faccia viva la Reggina con un’offerta per il cartellino. Probabile che alla fine dovrà essere il calciatore a rinunciare ai compensi arretrati, accontentandosi della rescissione.

Altra questione poco chiara è quella relativa a Carlos Carmona. Il cileno è già stato annunciato da Foti, ma è bene chiarire per l’ennesima volta che non è ancora un calciatore della Reggina. Il centrocampista ha già firmato, ma l’O’Higgins, club che ne detiene il 20% del cartellino, continua a non trovare l’accordo col legale rappresentante di Carmona, che possiede la restante parte del "pase". Tra le parti è in ballo un vecchio contenzioso, che la Reggina spera possa risolversi, fra di loro, prima del ritiro.

Paolo Ficara