Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Corradi ammette i contatti con Foti

Reggina, Corradi ammette i contatti con Foti

Si fanno insistenti le voci su un possibile approdo di Bernardo Corradi alla Reggina. Strill.it ha contattato il 32enne attaccante, che si trova attualmente in ritiro col Manchester City, per sentire la sua versione dei fatti. Innanzitutto è importante capire come si risolverà il suo rapporto col club inglese, considerato che gli rimane un solo anno di contratto: "Qui al City siamo 8 attaccanti. Credo che il club valuterà nei prossimi 10 giorni la volontà dell’allenatore. Qui è cambiato tutto, non solo il tecnico ma anche la dirigenza. In questi casi dovrebbe contare la volontà del calciatore, la mia è quella di tornare in Italia".

"Spero che ci sia la possibilità di interrompere il rapporto – prosegue Corradi – oppure di essere ceduto in prestito per l’ultimo anno". La sensazione più diffusa è che, in caso di partenza di Nicola Amoruso, il presidente Foti sia pronto ad ingaggiare l’ariete senese; il diretto interessato non crede che le due operazioni possano essere legate, ed affronta il capitolo relativo ai contatti con la Reggina: "In questi giorni mi sono sentito col presidente, ma non credo che il mio arrivo sia legato alla cessione di Nicola. Foti è una persona eccezionale, se vestirò la maglia della Reggina sarà solo grazie all’impegno del presidente, uomo di calcio come ce ne sono pochi in giro".

Per il momento, nessuna bozza di accordo: "Prima di partire per il ritiro ho ricevuto alcune telefonate – spiega Corradi – tra le quali quella di Foti. A tutti ho risposto che, per una questione di correttezza, prima devo risolvere la questione col Manchester City. Il presidente è quello che mi ha cercato di più, la sua stima mi fa piacere". Al Manchester City, Bernardo Corradi ha un pari ruolo che gli può fornire qualche dritta sull’ambiente reggino: "Rolando Bianchi mi ha parlato benissimo di città, tifosi, società e presidente. Dopo il contatto telefonico con Foti, lui mi ha incoraggiato, ma non ce n’è bisogno".

Abbiamo tentato di sapere anche il contenuto dell’ultimo colloquio, avvenuto via cellulare, tra Foti e Corradi: "Ci siamo lasciati dicendo che io dovevo prima risolvere la mia situazione col Manchester City, e poi ci saremmo sentiti telefonicamente". Ultima, forzata domanda: ci sono speranze di vedere Corradi a Brusson già al primo giorno di ritiro (19 luglio) con la Reggina? "Prima risolvo col Manchester City, prima riesco a liberarmi e prima riesco a tornare in Italia. Il 17 luglio ci sarà la prima partita ufficiale, un preliminare di Coppa uefa. Spero che per quel giorno, società ed allenatore abbiano già chiari i programmi".

Adesso non resta che attendere. Ricordiamo che l’ex attaccante di Parma, Lazio, Valencia e Chievo ha un ingaggio di circa 1,5 milioni a stagione. Riuscirà la Reggina a compiere questo sforzo?

Paolo Ficara