Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, ecco i primi volti nuovi

Reggina, ecco i primi volti nuovi

SANTOS E FABIANO ALLA CORTE DI ORLANDI NELL’OPERAZIONE MESTO-GENOA

di Pasquale De Marte

Mancano alcuni dettagli, dopodiché sarà ufficializzata la cessione di Giandomenico Mesto in comproprietà al Genoa. Con tanto di arrivo, come contropartite tecniche, di Santos e Fabiano alla corte di Nevio Orlandi. Prima il club presieduto da Enrico Preziosi dovrà sistemare la comproprietà di Santos con l’AlbinoLeffe.

Una delle due società dovrà rilevare la metà mancante del cartellino per girarla  immediatamente alla Reggina. Ribadiamo che al momento mancano anche le firme dei giocatori, l’unico di cui non si conosce la volontà è Fabiano, che dovrebbe trasferirsi a Reggio in prestito. Gli altri due protagonisti accetteranno di buon grado.

Se Fabiano (29 anni domani) dovesse sciogliere eventuali riserve su un suo possibile passaggio in amaranto, andrebbe ad indossare la maglia contro la quale, quasi come se fosse un segno del destino, ha esordito in serie A.  Nel febbraio del 2004 debuttò nel Perugia, poi retrocesso, che vinse la sua prima partita di campionato a Reggio dopo tante giornate di digiuno.


Abile nel dribbling e abbastanza veloce, nel 3-4-3 di Gasperini ha sempre giocato da quarto di sinistra a centrocampo, ma dopo aver fatto bene in serie B, nella scorsa stagione non ha convinto i liguri a confermarlo, tanto da indurre la società rossoblu a  investire una cifra importante per arrivare a Modesto, acquistato proprio dalla Reggina.  Alla resa dei conti, i due potrebbero essersi scambiati i ruoli, con un saldo tecnico che sorride a Preziosi, e uno economico decisamente dalla parte di Foti.

Ventidue partite da titolare e tredici sostituzioni subite la dicono lunga su una  stagione non certo brillante, ad Orlandi sarà affidato il compito di rilanciarlo.  

La necessità del Genoa di sfoltire la rosa e quella della Reggina di trovare un giocatore che possa occupare la fascia sinistra sembrano trovato una soluzione comune, sebbene, più che richiesto da Foti, il giocatore sia stato inserito da Preziosi nell’operazione Mesto.

Diverso il discorso per Santos (foto) , per il quale la Reggina aveva già proposto uno scambio con Aronica.  Ventisette anni il prossimo otto agosto, il giocatore può vantare su una notevole stazza fisica che gli permette di sfiorare i 190 centimetri di altezza e gli 80 chili di peso.    Giunto non ancora ventunenne all’Atalanta, dopo essere stato notato dagli osservatori orobici nei campionati minori brasiliani, si è tolto le maggiori soddisfazioni a Monza, guadagnandosi la fiducia dell’Albinoleffe che lo ha consacrato sull’importante palcoscenico della serie B, fino a convincere il Genoa a puntare su di lui nello scorso mese di Agosto.  Da buon brasiliano ha un piede sinistro abbastanza raffinato nonostante il ruolo di difensore e occupa prevalentemente la posizione di terzo a sinistra. Sia Mondonico  che Gasperini utilizzavano una difesa tre,   mentre l’ultimo a impiegarlo in uno schieramento a quattro fu Mandorlini ai tempi dell’Atalanta che lo impiegava al centro, anche perché vista la stazza è difficile pensare che possa giocare da terzino.   Sotto la “Lanterna” , la sua, non è stata un’esperienza entusiasmante, a Reggio con ogni probabilità si giocherà il posto con Valdez.

 Intanto a Genova si sta formando una colonia sempre più corposa di quella Reggina protagonista del miracolo del 2007, infatti dopo Lucarelli e Modesto, l’arrivo di Mesto potrebbe anticipare di qualche giorno quello sempre più probabile di Rolando Bianchi.