Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Pro Reggina: quinto posto al Final Eight

Pro Reggina: quinto posto al Final Eight

Si conclude con un quinto posto l’avventura della Pro Reggina ’97 alle Final Eight svoltesi nei giorni scorsi a Pescara. Il sogno dello scudetto si è infranto contro le padrone di casa e campionesse uscenti del Pescare che all’esordio della poule-scudetto si impongono sulle reggine con il risultato di 4 a 1. La sconfitta alla prima gara mette di fatto fuori corsa per lo scudetto le ragazze allenate dal mister Tramontana che per lo strano meccanismo usato per decretare la squadra vincitrice si ritrova a combattere per l’assegnazione dal 5° all’8° posto. 

La gara di esordio delle giovanissime ragazze amaranto è all’insegna della sfortuna, dell’emozione e dall’inesperienza infatti l’inizio è favorevole al Pescara che va vicino alla rete al 5′ con la Guidotti. Pro Reggina che non sta a guardare ed all’ 8 la Cioffi impegna la Narcisi. Poco dopo contropiede della Mannavola che non perdona portando in vantaggio le padrone di casa. Passa un minuto e le calabresi confermano di essere una buona squadra pareggiando con la Violi. Palla al centro e la Di Gaetano riporta avanti le abruzzesi: 2 a 1. Gara dunque molto equilibrata che vede le due squadre giocare a viso aperto ma al  7′ del secondo tempo su calcio di punizione alquanto discutibile la Mannavola  realizza il gol con un violento tiro, all 11 è la D’Incecco a scaldare la rete difesa dalla Trovato. Gara che termina dunque con il punteggio di  4 1  per le ragazze di Pescara che hanno giocato con grinta e determinazione contro una Pro Reggina  valida e competitiva, capace di mettere in difficoltà a più riprese le campionesse d’Italia in carica e che alla fine hanno parecchie cosa da recriminare e qualche rimpianto per non aver sfruttato a pieno le occasione capitate e che avrebbero potuto invertire il risultato finale della gara.

 

Gara d’esordio dunque che non è favorevole per le amaranto che non vogliono però abbattersi per non poter più lottare per lo scudetto e infatti nella seconda gara giocata contro il Kick Off si impongono per 5 a 3 in una gara che domina, infatti all’8’ si porta in vantaggio con Politi ma si fa raggiungere subito da Feltrami. Il pareggio dura poco perché ci pensa Violi a portare in vantaggio la propria squadra per due volte e poi Presto allunga il distacco segnando il gol del 4 a 1. A questo punto si ha la reazione da parte della squadra milanese che accorcia le distanze con Gazzoli ma che comunque non sembra poter impensierire la squadra calabrese che tiene bene il campo rischiando poco e creando numerose occasioni da rete, gol che arriva grazie alla complicità della sfortunata Margotti che segna nella propria porte nel tentativo di bloccare le avanzate reggine che sono comunque numerose e pericolose. Allo scadere del tempo la Polisano segna la terza e ultima rete per la sua squadra fissando il risultato sul 5 a 3 che sancisce la meritata vittoria per le ragazze dello stretto che si guadagnano l’accesso alla finale per il 5° e 6° posto con la soddisfazione di aver battuto una squadra più esperta e soprattutto una  testa di serie.

 

Dopo la vittoria sul Kick Off  la Pro Reggina ’97 si trova a contendersi il 5° posto con il Montebello di Perugia. Pro Reggina che manifesta un gioco decisamente migliore di quello proposto dalle ragazze di perugine che sembrano lasciare il pallino del gioco alle amaranto per poi tentare le ripartenze e questa tattica funzione in quanto le ragazze reggine non concretizzano le numerose occasioni da rete create e infatti all’8′  del primo tempo Scoppa porta in vantaggio la squadra umbra. Reazione veemente delle amaranto in campo che tentano in tutti i modi di riportarsi in parità ma sono sfortunate e poco ciniche sotto porta. Primo tempo dunque che si conclude con la squadra di mister Tramontana sotto di una rete ma con la consapevolezza di meritare molto di più infatti il rientro in campo è positivo per la squadra reggina che continua a macinare gioco e produrre occasioni da gol e finalmente al 5’ si riporta in parità con Cioffi  e sfiorando più volte il gol del vantaggio che non arriva grazie anche ad un arbitraggio a dir poco scandaloso che lascia addirittura la squadra amaranto per due minuti in inferiorità numerica per un espulsione poco comprensibile che non consente alla squadra reggina di attaccare con continuità infatti il secondo tempo finisce sul punteggio di 1 a 1 e si va ai supplementari dove finalmente arriva il gol della vittoria siglato da Politi  al 3’sts.

Pro Reggina dunque che  esce a testa altissima da questa kermesse pescarese avendo vinto due partite su tre disputate e con la consapevolezza che meglio di lei ha fatto solo la Lazio Woman che si è laureata campione d’Italia battendo in finale proprio il Città di Pescara che aveva eliminato la squadra calabrese.

Soddisfazione dunque in casa amaranto dove il mister e la società hanno potuto godere dei successi ottenuti dalle loro ragazze in una competizione così prestigiosa che le ha viste protagoniste di prestazioni importanti e che lasciano presagire ottime speranze per il futuro considerando la giovane età delle protagoniste che sono: Trovato Mazza, Presto, Cioffi, Violi, Romeo, Gatto, Cannizzaro, Politi, Vadalà,  Cusmano , Tavilla, Genovese, Napoli. Da sottolineare anche le importanti assenze di Siclari, Stuppino e Bottiglieri rimaste a casa per sostenere gli esami di stato.