Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – Napoli, le pagelle di Strill.it

Reggina – Napoli, le pagelle di Strill.it

di Pasquale De Marte

Campagnolo voto 6  Ordinaria amministrazione e il “solito” malinteso con in compagni di reparto in occasioni di palle piuttosto semplici.

Lanzaro voto 6 – Viene impegnato poco in fase di contenimento, ma non sempre si propone.

Valdez voto 5,5 – Si fa bruciare da Sosa in occasione del gol napoletano

Cirillo voto 6,5 – L’impressione è che se a Livorno fosse stato in campo, un gol come quello siglato da Bogdani non sarebbe mai arrivato.

Aronica  voto 6 – Non si tira indeitro in  fase offensiva, ma anche lui sul gol partenopeo potrebbe essere più reattivo dopo la respinta di Campagnolo.

Barreto voto 6 – Gioca più largo del solito e non è lucido come nelle ultime partite, ma tutto sommato riesce a “mordere” le caviglie degli avversari con buon profitto e a rendersi pericoloso sotto porta.

Tognozzi voto 5 – Gioca una buona partita in fase di interdizione, ma è lento nell’avviare la manovra, non verticalizza quasi mai e  il gol del vantaggio del Napoli parte da un suo errore.

Modesto voto 6 – Lui si propone con continuità, ma a volte i compagni lo ignorano o lo servono nel momento sbagliato. Esce per infortunio, la Reggina non può permettersi di fare a meno di uno dei suoi uomini più importanti.

Brienza voto 7 – Corre per tutta la partita, è l’unico che riesce a saltare l’uomo con regolarità e si conferma goleador. Ma a Palermo sono sicuri di aver visto giusto privandosi del furetto di Cantù?  I tifosi della Reggina si augurano che, in caso di salvezza, Lillo Foti faccia valere il diritto di riscatto.

Hallfredsson voto 5,5 – Alterna cose egregie ad altre sbagliate. Si intestardisce troppo nel tenere palla, ma si sacrifica nel cercare di rimediare ai suoi errori.  Tanti mesi di infortunio e inutilizzo lo hanno un po’ arrugginito.

Amoruso voto 6,5 – Il gol di Brienza è propiziato da un suo passaggio di petto, ma per il resto della partita si dimena tra i colossi della difesa napoletana con grande generosità, provando a creare spazi per i compagni.

Cozza voto 5,5 – Non riesce a cambiare la partita come ci si aspetterebbe da lui.

Stuani S.V. – La sua capacità di focalizzare le attenzioni delle difese avversarie andrebbe sfruttata di più e il suo ingresso appare tardivo.

Joelson s.v.

Orlandi voto 5,5  Lo schieramento iniziale della squadra  e l’intenzione di far rifiatare qualcuno sono apparse scelte logiche e giuste, ma i cambi durante la gara sono arrivati con un pizzico di ritardo.