Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – Siena, le pagelle di Strill.it

Reggina – Siena, le pagelle di Strill.it

Campagnolo voto 6 – Qualche uscita a vuoto nella ripresa conferma il suo momento non positivo, ma nel primo tempo induce Riganò all’errore da posizione favorevole.

Lanzaro voto 7 – In precedenza si diceva che se tutti avessero la sua grinta la Reggina si sarebbe potuta riprendere. Così è stato, ma lui è sempre il solito gladiatore anche in proiezione offensiva.

Cirillo voto  6,5 – E’ il più in forma del pacchetto arretrato e anche oggi la sua gara è priva di sbavature. Ingenua l’ammonizione che gli farà saltare la trasferta di Livorno, che gli vale almeno mezzo voto in meno.

Valdez voto 6 – L’unica occasione per il Siena nasce per suoi “demeriti”.

Aronica voto 6,5 – Fa bene a sinistra e non disdegna di spingersi in avanti quando è il caso e di cercare, senza fortuna, la conlusione.

Cozza voto 7,5 – L’assenza di Vigiani gli apre le porte dell’undici titolare, e lui risponde come meglio non potrebbe mettendo lo zampino in tre dei quattro gol amaranto.  Magistrale il calcio di punizione del 2-0 e non si tira indietro anche in fase di contenimento quando si defila sulla destra.

Cascione voto 7 –  La determinazione che non sembra essere il suo forte nella prima parte di campionato è sorprendentemente venuta fuori dando alla Reggina un giocatore che in questo momento sembra dare più garanzie di Tognozzi.  Ottimo sulle palle alte, va vicino al gol in due circostanze senza fortuna, rintuzza gli attacchi avversari  e smista palloni interessanti.

Barreto voto 6,5 – A centrocampo si fa sentire, sbaglia poco o nulla.

Modesto voto 7  Gioca ancora una volta a centrocampo e sfodera un’altra gara importante dopo quella di San Siro, che dimostra come il giocatore ammirato l’anno scorso per venir fuori abbia bisogno di una posizione diversa da quella che  gli riservavano Ulivieri prima e Ficcadenti poi. Bertotto lo sta ancora cercando.

Brienza voto 7,5 – Prima doppietta con la maglia della Reggina per lui e altra grande prestazione. Palla al piede è imprendibile, poco importa se sbaglia qualche pallone.  Lanzaro, che lo conosce bene,  lo ha definito un “Foggia più prolifico”, sembra averci preso in pieno.

Amoruso voto 6,5 – Insieme a Cozza e Brienza compone il trio delle meraviglie, ma è l’unico dei tre a non andare a segno non per demeriti suoi, ma perché si carica del lavoro più sporco.  La prima occasione è per lui, ma un centimetro gli nega l’impatto con una conclusione a botta sicura.

Missiroli voto 6,5 – Il gol è un’iniezione di fiducia per il prosieguo di una stagione fino al momento per lui estremamente positiva.

Makinwa s.v.

Costa s.v.

Orlandi voto 7 – “Orlandi come Gagliardi” potrebbe essere il titolo di un film che i tifosi della Reggina si augurano di vedere. Di sicuro l’inizio è incoraggiante e le sue scelte fino al momento si sono rivelate semplici, concrete e soprattutto vincenti.

Pasquale De Marte