Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Ulivieri lancia Makinwa, Brienza ed Amoruso insieme dal primo minuto

Ulivieri lancia Makinwa, Brienza ed Amoruso insieme dal primo minuto

ulivieri2

                                         di

            Pasquale De Marte

Il sabato non è generalmente il giorno della settimana dedicato alla conferenza stampa pre-partita da Renzo Ulivieri, ma oggi si è fatta un'eccezione forse anche alla luce dell'impegno infrasettimanale di mercoledì che ha un po’ variato il programma degli incontri con i giornalisti del tecnico e degli allenamenti della squadra.

Che Reggina vedremo domani?

“Dire che si tratta di una partita importante è riduttivo, direi importantissima. Queste sono gare che ci

permettono di prepararci al meglio sotto il profilo della classifica agli scontri diretti. Non siamo ancora sprofondati, perché la salvezza è a tre punti. Molti avrebbero firmato per un pareggio contro la Juventus e uno contro la Lazio, sono arrivati tre punti e perciò si può dire  che il bilancio è positivo. A Roma la squadra ha concesso pochissimo, abbiamo visto una buona Reggina. La nostra gara dipenderà anche dal Palermo ma il compito nostro è quello di attaccare una difesa chiusa, basti pensare alle difficoltà che ha avuto il Milan nel riuscire ad allargarli. Dovremo evitare le palle alte perché avvantaggerebbero i loro centimetri, anche se accadrà che ogni tanto dovremmo lanciare lungo per evitare il loro pressing. Bisogna tenere conto che affrontiamo un avversario costruito per andare in Coppa Uefa.”

 

A  molti non è piaciuto l’atteggiamento della squadra a volte troppo tesa a difendere piuttosto che a offendere.

“Un allenatore non può dire a una squadra di essere aggressiva e poi pretendere di mettere sotto gli avversari, ma ogni tanto ci si dimentica che ci sono gli avversari e anche il tecnico degli altri che può chiedere la stessa cosa.  Non possiamo aggredire per novanta minuti, ma partire bene sarebbe importante anche per la situazione in cui ci troviamo. Contro la Lazio le difficoltà sono nate principalmente dagli errori di impostazione sulla trequarti perché Missiroli non era in giornata visto che ormai abbiamo imparato ad apprezzarlo e Hallfredsson non era in condizione, con la Juve invece ci hanno costretto a difenderci nell’area di porta, non in quella di rigore. Non è che sono io che chiedo alla squadra di stare bassi, sarei folle.”

Ci saranno modifiche dalla cintola in su ?

“Ci saranno perché rientra Amoruso, gioca Brienza che avevo lasciato fuori a Roma in partenza solo perché lui e Vigiani tre partite di seguito da novanta minuti non le possono fare.  Le scelte le ho fatte confrontandomi con loro, cercando di distribuire le forze e addirittura avrei voluto farlo giocare anche meno, se non ci fosse stata la necessità di avere il suo contributo in campo. Lo stesso discorso vale per Barreto che ha fatto solo un tempo per  centellinare le energie.  Valuterò anche la possibilità di qualche cambiamento in difesa.”

E Makinwa?

“Giocherà anche Makinwa. E’ capitato di lasciarlo fuori perché non appena tornato dalla Coppa D’Africa non era in condizione e domani spero che tenga visto che si troverà a giocare due partite in sei giorni, dopo la buona prova contro la Lazio.”

Alla Reggina serve serenità ?

“Se a un giocatore dovesse venire meno la serenità e ogni tanto capita che sia a rischio, anche se a questa squadra non è mai mancata, non è in condizione di giocare e si tira fuori da solo, non sono poi io ad escluderlo”.

I tifosi si attendono una svolta, potrà arrivare presto?

“Io credo che la Reggina abbia un buon organico, ma non dobbiamo dimenticare che la salvezza se salvezza sarà arriverà all’ultimo minuto dell’ultima partita e visto che siamo a tre punti dalla salvezza non abbiamo bisogno di svolte.”

 

Hallfredsson a Roma ha giocato da rifinitore, quale è la sua posizione specifica?

“Hallfredsson deve giocare mezz’ala sinistra in un centrocampo a tre perchè  quello è il  ruolo a lui più consono. Con un po’ d'esperienza esperienza potrà anche fare il centrale in uno schieramento a quattro, ma non dimentichiamoci che ha fatto bene anche a Napoli muovendosi tra le linee e creando difficoltà ad uno come Gargano”.

Quali sono le condizioni degli acciaccati?

Campagnolo non ce la fa, Modesto non credo. Valuteremo le condizioni di Aronica visto che anche lui non è al massimo. Hallfredsson non giocherà dall’inizio perché non ha ancora trovato la condizione migliore.”

I tre punti sottratti al Cagliari potranno essere un vantaggio nella corsa alla salvezza.

 “Intanto prima di dare giudizi è bene attendere che la situazione sia definitiva, visto che ci potranno essere degli appelli e occorrerà aspettare le prossime senteze. Il Cagliari senza permesso si è rivolto alla magistratura ordinaria, uscendo dall’ordinamento sportivo. Per rivolgersi al di fuori della giustizia sportiva è necessario chiedere il permesso alla presidenza federale come non è stato fatto, vedremo come si evolveranno”

L'Ulivieri arrendevole delle ultime uscite pubbliche sembra essere rimasto a casa.

Pasquale De Marte