Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, la migliore difesa è… la difesa ?

Reggina, la migliore difesa è… la difesa ?

Il pareggio è un risultato che sulla ruota di Reggina – Juventus non è mai uscito, mentre è facile ricordare  l’1-1 con il quale gli amaranto fecero il loro esordio in serie A al Delle Alpi.

Ulivieri e Ranieri non si affrontano da undici anni, ma nei quattro precedenti il toscano è riuscito a racimolare solo due pareggi senza mai avere la meglio sull’ex tecnico del Chelsea.  Per sfatare questo tabù, l’allenatore di San Miniato non sembra intento ad  attuare una strategia propensa all’attacco.

Infatti, nelle ultime ore pare essersi fatta strada l’ipotesi dell’ennesima esclusione di Brienza a favore di uno schieramento più abbottonato.  

Il timore maggiore nasce dalle fasce e in particolar modo da Camoranesi e Nedved dalle cui avanzate dipende gran parte del gioco juventino. Sulla destra potrebbe, perciò, trovare posto Cirillo a cui verrà richiesto di limitare quanto più possibile il ceco, mentre a sinistra con ogni probabilità sarà richiesto a Modesto di stare quanto più basso possibile per evitare che l’italo-argentino abbia facilità a sfondare sul suo settore di competenza, fino a mettere palloni letali per la testa di Trezeguet.

Una difesa a cinque perciò, destinata a diventare a quattro in fase di possesso palla.  Gli allenamenti a porte chiuse hanno reso un rebus la formazione di sabato, ma si può provare a ipotizzare anche il centrocampo che affronterà la Juventus.  La presenza in attacco di Amoruso e Makinwa è quasi certa, ragion per cui sono tre i posti da occupare.   La Juve ha un centrocampo che fa della vigoria fisica l’arma principale e attraverso i fulminei recuperi di palla riesce a innescare con facilità i propri attaccanti, e non è da escludere che Ulivieri voglia mettere uomini in grado di tenere botta contro Cristiano Zanetti e Sissoko, chiamato a sostituire lo squalificato Nocerino.  Certa la presenza di Barreto,, resta da capire chi sostituirà l’acciaccato Missiroli e se si preferirà la qualità di Cozza o la quantità di Tognozzi.  Le probabilità maggiori di trovare un posto da titolare le hanno il centrocampista fiorentino e Hallfredsson, al rientro da titolare dopo la lunga degenza.

In casa bianconera l’unico dubbio riguarda la presenza al centro della difesa di Chiellini che potrebbe essere sostituito da Stendardo, mentre appare difficile che Iaquinta possa essere convocato per la trasferta di Reggio.

Pasquale De Marte