Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Ma c’è chi sta con Ulivieri

Ma c’è chi sta con Ulivieri

Riceviamo e pubblichiamo

Volevo dire la mia rispetto alla crocifissione di una persona, e mi riferisco a Ulivieri, che sta andando oltre ogni limite.
Mi riferisco all'articolo "Renzo, e se tutti sono scontenti ?" in cui si addita l'allenatore come responsabile numero uno della classifica della Reggina e, cosa molto grave per una testata giornalistica, che tutti i tifosi sono scontenti del suo operato. Ora sono d'accordo su tutto, ma per rispetto di chi ha una posizione meno estrema non credo sia professionale fare della propria opinione, o di molti, quella di tutti.
Io non credo ci sia un responsabile numero uno, quando si è in questa situazione tutti sono responsabili, pubblico compreso. La squadra è stata sì potenziata, ma probabilmente l'eccessiva concorrenza in attacco sta creando più problemi di spogliatoio che altro. Non tanti mesi fa era sorto un caso perchè Ficcadenti non considerava Cozza, adesso gioca, fin quando se l'è cavata in quel ruolo eravamo tutti contenti (compreso lui, diceva che quel ruolo gli allungava la carriera), adesso che arranca è colpa dell'allenatore.
Più che sparare a zero, se si vuole dare un'opinione credo debba essere completa (se c'è), non "Brienza che diventa un lusso per la panchina, Stuani e Cascione che non trovano posto neanche in albergo per il ritiro prepartita", per non parlare di Tognozzi. Vorrei chiedere quali dovrebbero essere i titolari e le riserve ?
Purtroppo con la rosa così ampia e questa situazione di classifica è facile sparare su chi le scelte le fa, meno facile ipotizzare una propria soluzione. D'altra parte nulla di nuovo sotto il sole di Reggio, sembre abili a denigrare il lavoro degli altri, zero idee per soluzioni alternative.
Al di là della guida tecnica (che tra l'altro credo sia uno dei problemi minori), solo il Presidente e i senatori della squadra credo possano ricompattare il gruppo e farci sperare fino alla fine.