Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina – Cagliari, le pagelle di Strill

Reggina – Cagliari, le pagelle di Strill

Campagnolo voto 6,5 – La  parata sullo 0-0 su Matri non è che la sua firma sul risultato. E’ ormai una sicurezza e i tifosi della Reggina si augurano che le grandi non si accorgano presto di lui.

Lanzaro voto 6,5 – Ottimo tempismo, sebbene abbia avuto pochi grattacapi quest’oggi.

Valdez  6,5  Un recupero in scivolata in piena area di rigore è la fotografia della sua partita fatta di solidità e concretezza.

Aronica voto 6,5 – Quello per lui è un giudizio analogo a quello su Campagnolo. E’ uno di quelli che sa uscire in dribbling, ma non si vergogna a spazzare a casaccio quando è necessario.

Missiroli voto 6  – Meno brillante di quanto aveva dimostrato di essere nelle ultime uscite, ma comunque concreto.  Si prende tante responsabilità e accade che a volte si trovi ad essere impreciso.

Cozza voto 6,5 – La strategia dei lanci lunghi la paga anche lui, affidandosi troppo spesso al passaggio diretto verso gli attaccanti. Poi rimedia ad una prima frazione così così, con un gol strepitoso e tanta generosità che paga anche con un’ammonizione. La sua assenza a Bergamo sarà una notevole perdita di classe ed esperienza per la Reggina.

Barreto voto 5,5 – Passo indietro anche per lui, ma sovente riesce a rimediare ai suoi errori che sono parecchi, soprattutto in fase di disimpegno.

Modesto voto 6  Non demerita, ma non eccelle certo. Nessuna sbavatura in fase difensiva, ma poche sortite offensive e oggi ne avrebbe avuto anche la possibilità.

Amoruso voto 5,5 – Stranamente impreciso, esce  prima che finisca il primo tempo a causa di un infortunio.

Brienza voto 7 – Si diceva che alla Reggina mancasse un giocatore in grado di far cambiare passo alla squadra, oggi si può dire con certezza che è stato trovato. Gran gol, buona prestazione. Ora non gli resta che continuare su questa squadra.

Ceravolo voto 5,5 – Sbaglia un gol abbastanza facile e non incide più di tanto.

Tognozzi voto 6 – E’ lontano dai suoi standard, ma sta recuperando da un infortunio abbastanza serio. Il cross per Brienza parte dai suoi piedi, ma gli manca ancora il ritmo che acquisterà solo giocando.

Stuani voto 6 – Entra e pur sembrando abbastanza appesantito, ha il merito di donare centimetri all’attacco della Reggina e di tenere impegnati quanti più difensori possibili.   Sembra essere più bravo a giocare per la squadra che in fase realizzativa, ma sarà il tempo a far capire quali siano le reali potenzialità di questo giocatore.

Cascione S.V.

Ulivieri voto 5,5 – Il non gioco della squadra nella prima frazione è, secondo Renzaccio merito del dinamismo del Cagliari, e non dettata dalla filosofia del lancio lungo, che a quanto pare non è stata inculcata alla squadra dall'allenatore. Qualche perplessità resta però sul cambio forzato di Amoruso con Tognozzi, circostanza in cui ci  si sarebbe aspettato una scelta più coraggiosa, visto che davanti c'era il Cagliari e non l'Inter.

Pasquale De Marte