Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / A Siena una Reggina inedita ?

A Siena una Reggina inedita ?

Sample ImagePretattica o reali possibilità ? Al termine della partitella infrasettimanale, le scelte di Ficcadenti che apparivano scontate fino a qualche ora potrebbero variare alla luce della squadra che è stata provata oggi al centro Sportivo S.Agata sotto una fastidiosa pioggia.

Modesto, come previsto, si è ripreso la fascia sinistra, ma a spingere assieme a lui da quella parte potrebbe non esserci l'islandese Hallfredsson, per il quale si sta valutando l'opportunità di concedergli un turno di riposo, nonostante le sue prestazioni siano in costante crescita. Al suo posto potrebbe giocare Ceravolo che potrebbe garantire maggiore profondità alla squadra che dovrà andare alla ricerca dei tre punti e la presenza dell'attaccante di Locri potrebbe essere una mossa tesa a confondere le idee al Siena che potrebbe trovarsi di fronte un centrocampo amaranto atipico con Missiroli in campo fin dall'inizio e Barreto, almeno inizialmente, fuori.

Non è da escludere che Ficcadenti abbia voluto provare una tattica da utilizzare a partita in corsa, ma dopo le buone prestazioni dei due giovani reggini potrebbe convincersi a rischiare una nuova tipologia di gioco.

L'islandese e il paraguayano, nonostante tutto, si sono dimostrati tra i più in forma andando a segno tra le fila di coloro che non partiranno titolari.

Le buone notizie arrivano però dall'infermeria visto che Tognozzi e Garcia a parte, tutti sono disponibili per la trasferta.

In particolare Vigiani, Amoruso e Cozza faranno parte dell'undici titolare, e i timori per gli acciacchi del capitano sono stati totalmente annullati dal fatto che il giocatore si sia allenato senza alcun problema.

Dal canto suo, il numero dieci si è detto carico per affrontare il suo ritorno da ex all'Artemio Franchi di Siena. "In Toscana mi aspetto tanti fischi perchè non mi hanno mai perdonato il fatto di essere stato sempre col cuore a Reggio e qualcuno ha pensato che il rigore, da me sbagliato a Reggio, fosse figlio della mia scarsa professionalità. In realtà io avevo tirato per segnare e ricordo che fu bravo Campagnolo a intercettare la mia conclusione. Eravamo venuti per vincere, ci riuscimmo anche, ma a Siena questo non bastò per evitare che la tifoseria mi accusasse di aver giocato quella partita con una maglia diversa da quella del Siena."

A chi gli fa notare che segnano solo lui ed Amoruso, Ciccio Cozza risponde con una predizione : "Domenica  sono sicuro che segnerà qualcun'altro, se invece dovesse accadere a me esulterei anche perché la maglia che indosso ora è l'unica che considero una mia seconda pelle, tutte le altre fanno parte di parentesi chiuse della mia carriera. E non credo proprio che Siena sia un'eccezione."

"La mentalità che abbiamo dimostrato negli ultimi tempi è quella giusta, ma nelle prossime tre partite occorrerà iniziare a concretizzare quanto di buono riusciamo a costruire senza capitalizzare come meriteremmo."

Gli fa eco l'altro Francesco, Modesto : "Stare fuori mi ha fatto male e sono pronto per ripartire. La classifica non la voglio guardare, anche perché non rispecchia il nostro valore.  Siena per noi è un appuntamento importante e l’anno scorso proprio in quello stadio portammo a casa una vittoria che ci diede la spinta per continuare a credere nell’impresa della salvezza, dopo avere perso in casa un’incredibile partita contro il Catania, in cui  l’unico risultato plausibile sarebbe stato una nostra vittoria. I presupposti per ripetersi ci sono e mi auguro che accada.”

 Pasquale De Marte