Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Ficcadenti: “Cozza esempio per gli altri”

Ficcadenti: “Cozza esempio per gli altri”

"Dalle prossime tre gare mi aspetto dai sette ai nove punti".  Le parole sono quelle di Francesco Cozza al termine della gara contro l'Inter. "Ciccio è il capitano della Reggina, mi fa piacere che abbia detto queste cose e soprattutto vorrei che tutti prendessero esempio dalla sua convinzione e dalla sua determinazione". Queste sono, invece, le dichiarazioni di oggi del Massimo Ficcadenti che non ti aspetti. In questo primo scorcio di campionato del rapporto conflittuale fra i due se ne sono dette tante, ma l'impressione è che finalmente le eventuali differenze di vedute sembrano essersi appiattite e che soprattutto due caratteri spigolosi abbiano smussato gli angoli più pungenti della loro natura.  Non è un caso che da quando il tecnico ha messo da parte qualche sfumatura del suo credo calcistico per fare largo alla qualità del capitano, che dal canto suo ha risposto con prestazioni degne di nota, confutando tutte le tesi che lo ritenevano  "anziana prima donna" poco consona alla filosofia della Reggina, gli amaranto abbiano iniziato a girare e a trovare un equilibrio che solo un mese e mezzo fa sembrava essere lontano anni luce.  Mancano ancora i risultati, ma Cozza al termine della gara con le sue dichiarazioni ha voluto spronare i suoi compagni di squadra con delle dichiarazioni che se da un lato possono apparire piuttosto spavalde, dall'altro sono indice di una consapevolezza dei propri mezzi che sale con l'andare del tempo e non potrà che crescere in modo esponenziale se mai dovessero arrivare anche i risultati. La conferenza stampa del martedì ha pochi spunti di grande rilievo, ma è il momento in cui Ficcadenti riesamina a mente fredda ciò che è accaduto in campionato prima di farlo in modo analitico assieme alla squadra, con cui  rivede la partita in dvd e si sofferma sulle varie situazioni che hanno caratterizzato la sfida precedente.

"Siamo stati sfortunati perchè la nostra buona prova, non è stata coronata da un risultato positivo più per sfortuna che per nostri demeriti visto che sarebbe bastato che Ceravolo o Cozza in contropiede non fossero stati ostacolati dalle pozzanghere del campo e avremmo potuto trovare la rete  del pareggio". Il tempo da dedicare ai rimpianti è però finito, e la squadra da oggi inizierà a valutare le insidie della trasferta di Siena dove la Reggina sarà chiamata a portare a casa l'intera posta in palio visto che i bianconeri si sono dimostrati tutt'altro che irresistibili in questo primo scorcio di campionato.

La classifica langue, le prestazioni rappresentano un'iniezione di fiducia che tuttavia non portano punti in classifica e questo Ficcadenti lo sa bene.

 

Pasquale De Marte