Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina- Inter, le reazioni a caldo

Reggina- Inter, le reazioni a caldo

Roberto Mancini (allenatore Inter) : "Sono abbastanza soddisfatto perchè vincere a Reggio non è mai facile, tuttavia credo che la sofferenza non ci sarebbe stata se fossimo riusciti a chiudere il match prima che la Reggina potesse impensierirci. A centrocampo abbiamo sofferto la scarsa condizione fisica di Vieira, che la ritroverà col tempo. Con l'ingresso di Zanetti abbiamo acquisito solidità e questo ci ha permesso di contenere le manovre della Reggina, rischiando sempre meno e trovando con gli attaccanti più freschi, subentrati nella ripresa, importanti azioni con cui avremmo potuto rendere più netta la vittoria."

 

Massimo Ficcadenti (allenatore Reggina): "Oggi avevamo numerose assenze, tra cui quella di Nicola Amoruso, un giocatore molto importante per noi eppure siamo stati in grado di mettere in difficoltà l'Inter giocando una buona gara. Il rammarico più grande è stato non aver  chiuso con un risultato diverso la prima frazione, in cui anche la parità sarebbe stata stretta per la mia squadra. Missiroli e Tognozzi si sono fatti  trovare pronti, nonostante avessero giocato poco fino ad ora, mentre con Ceravolo abbiamo, forse, una nuova soluzione offensiva, ovvero quella di attaccare la profondità. La fiducia scaturisce dal fatto di aver giocato come una squadra vera, sempre alla ricerca del fraseggio e della costruzione del gioco palla a terra.  In futuro ci servirà più convinzione, altrimenti correremo il rischio di continuare a collezionare buone prestazioni e sconfitte come queste, che non vengono certo rese meno dolorose dai complimenti di chi ci guarda. A Gennaio non chiederò nessun rinforzo alla società, visto che sono abituato a lavorare con quello che mi viene messo a disposizione".

 

Francesco Cozza (Attaccante Reggina) :"Giocare novanta minuti è stata per me una cosa normale, visto che la condizione per poterlo fare l'avevo anche prima, anche se le numerose botte che ricevo molto spesso mi costringono a dare forfait. Da qualche partita parto titolare, ma in passato ho sempre accettato le scelte del mister, perchè credo che non esistano degli inamovibili in una squadra, perchè ciò che conta è il bene comune e l'obiettivo da conseguire che per la Reggina è la salvezza. Nel primo tempo, su di me, c'era un rigore netto, con espulsione dell'autore del fallo, ma purtroppo l'arbitro ha ritenuto che così non fosse. Abbiamo disputato una grande gara, nel secondo tempo abbiamo continuato a tenere il campo nonostante l'Inter si sia fatta vedere un pò di più. Mi sembra anche una cosa normale, perchè qualcosa loro dovevano farla, tenuto conto che non hanno mai tirato in porta."

 

Emmanuel Cascione (Centrocampista Reggina): " Nella prima frazione abbiamo avuto il sopravvento sotto il profilo del gioco, ma quando le piccole si confrontano con le grandi è sempre un episodio a mettere in carreggiata le partite per le squadre più blasonate e, anche oggi, la solita storia si è verificata.  Dispiace perchè alla fine portiamo a casa una sconfitta e una classifica che ci relega all'ultimo posto, nonostante fino ad ora possiamo dire di aver sbagliato solo due partite. Da ora in poi sarà importante mettere in fila una serie di risultati utili negli scontri diretti che ci attendono."

 

(Pdm)