Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina,su Pellè senza fretta

Reggina,su Pellè senza fretta

Le ultime dichiarazioni,rilasciate dal presidente Foti a noi di strill.it,potrebbero suonare come la parola "fine" alle manovre di mercato della Reggina. In realtà,si sta lavorando molto sul possibile arrivo di un nuovo centravanti che possa raccogliere l'eredità di Rolando Bianchi. Nei giorni scorsi si era detto che le valutazioni fatte da Piacenza e Lecce per Cacia e Pellè fossero ritenute eccessive dalla società amaranto,che pareva orientata ad acquisire un attaccante sudamericano:Federico Higuain o Dalai Mena. Per il primo è arrivato il veto di Passarella che vorrebbe coinvolgerlo nel suo "progetto River Plate" dopo le positive annate del prestito triennale al Nueva Chicago. Il colombiano è invece extracomunitario e fino a quando Zeytulaev sarà un tesserato amaranto,l'affare non si farà. L'uzbeko ha manifestato l'intenzione di prolungare la sua permanenza in Italia,rifiutando qualsiasi alternativa estera,senza tenere conto del fatto che non è arrivata nessuna offerta per lui,reduce da stagioni non esaltanti. Così,si è tornati alla carica su Pellè per il quale si vorrebbe chiudere sulla base di un accordo di compartecipazione,ma la trattativa è difficile da portare a termine nonostante la destinazione Reggio Calabria goda dei favori del procuratore e del giocatore stesso. La Reggina è pronta ad un importante sacrificio economico se si dovessero creare i presupposti per superare la resistenza del Lecce. Difficile che questa settimana porti dele novità,più facile che l'affare possa protarsi a lungo n questa lunga stagione di calciomercato. Da scartare invece l'ipotesi Zalayeta,il cui ingaggio sarebbe elevato rispetto ai canoni amarantoe e la cospicua spesa per l'acquisto del cartellino non rappresenterebbe certo un investimento per il futuro,alla luce dei ventinove anni anni del "Panterone" uruguagio. Con la Juve restano in piedi i discorsi relativi a Marchisio e Piccolo. Intanto,Antonio Giosa potrebbe finire a fare esperienza in B ad Avellino,un pò come dovrebbe accadere per altri elementi in esubero. Cosenza,Ceravolo,Castiglia,Missiroli rappresentano il futuro ed è per questo intenzione della società dare loro l'opportunità di giocare. Ficcadenti farà le sue scelte e dovrà dire quali fra loro potrebbero davvero avere la possibilità di avere abbastanza spazio in prima squadra.

 

Pasquale De Marte