Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Viola, lunedi si decide; il peso della situazione sulle spalle di Rappoccio che ha acquisito l’85 %

Viola, lunedi si decide; il peso della situazione sulle spalle di Rappoccio che ha acquisito l’85 %

basketLa chiusura delle banche arriva – se vuole Dio- ogni giorno, ma quella di lunedi 16 luglio non sarà una chiusura normale per i tifosi della Viola Basket.

Dopo avere assolto, a piccoli passi, alcune delle scadenze fissate dai regolamenti, lunedi fa rima con linea della morte.

 

O la Viola è in condizione di saldare i conti (circa 200.000 euro) o in un attimo oltre 40 anni di storia – non solo sportiva- di questa città svaniranno nel nulla.

Come già accade da qualche tempo la palla, quella che scotta, quella dell'ultimo tiro, è tutta nelle mani di un uomo solo, Pasquale Rappoccio.

La novità di questi giorni sta nel fatto che è diventato un uomo solo al comando, come Fausto Coppi.

Nei giorni scorsi, infatti, una sorta di "miracolo" terreno si è verificato. Davanti ad un notaio reggino, dopo quasi due anni di "tira e molla", Pasquale Rappoccio ha mantenuto fede agli impegni ed ha acquisito le quote societarie che erano ancora "parcheggiate" nelle mani di Domenico Santoro, fratello di Sandro che, comunque, per il momento è ancora Amministratore Unico.

Ad oggi Pasquale Rappoccio detiene circa l'85% delle quote della Nuovo Basket Viola '98.

I fari sono ancora una volta tutti addosso a lui