Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Ficcadenti:”4-3-3,ma con equilibrio”

Ficcadenti:”4-3-3,ma con equilibrio”

Si è presentato pochi minuti fa alla stampa,il nuovo allenatore della Reggina Massimo Ficcadenti.  Ha firmato un contratto annuale,portando con se i suoi più stretti collaboratori:l'allenatore in seconda,Bruno Conca,il preparatore dei portieri Ermes Fulgoni e colui il quale curerà l'aspetto atletico,ovvero Davide Morelli. Il neotecnico amaranto ha salutato con soddisfazione la possibilità di allenare a Reggio Calabria e di confrontarsi per la prima volta con il campionato di serie A. Ficcadenti,è apparso entusiasta all'idea di prendere parte a un campionato competitivo che ritrova grandi piazze e grandi tifoserie come quelle di Napoli,Genoa e Juventus. "Sarà sicuramente più difficile,ma potersi battere con squadre del calibro delle nuove neopromosse genera stimoli maggiori all'interno dell'animo di un calciatore e di un allenatore". Il marchigiano ha parlato anche di questioni tecniche,mettendo in evidenza come il 4-3-3 rappresenti uno dei punti di cardine del suo credo calcistico:"Non è un modulo spregiudicato,perchè lo schieramento da me adottato non implica l'idea di un calcio interamente votato all'offensiva e poco attento alla fase difensiva. Tutto nella mia filosofia tattica è basato sull'equilibrio". Punzecchiato sulla possibile "campagna vendite" della Reggina, Ficcadenti ha glissato:"Allo stato attuale non è partito nessuno. E' chiaro che dopo un campionato come quello scorso,i nostri migliori giocatori abbiano molte richieste,ma non è detto che vadano tutti via e se ciò accadrà faremo del nostro meglio per creare una squadra competitiva secondo le mie idee e  quelle del presidente" . L'ultimo pensiero del nuovo mister è per la tifoseria :"Conosco il calore dei tifosi, l'attaccamento che nutrono nei confronti della squadra e spero che anche quest'anno possano darci una mano a toglierci delle soddisfazioni e a regalare loro il maggior numero di successi possibile".  Foti ha smentito la definizione dell'accordo per il prestito di Missiroli al Grossetto,ribadendo che la sua società si trova in una condizione tale da poter dettare i prezzi e di vendere i suoi pezzi pregiati alle proprie condizioni. "In questo momento la Reggina non ha ritenuto idonee le offerte ricevute a ha preferito non cedere nessuno".

Pasquale De Marte