Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / La Reggina torna da Ascoli con tre punti

La Reggina torna da Ascoli con tre punti

La Reggina,ad Ascoli,contro l'ultima in classifica doveva vincere e l'ha fatto. Poco importa come. Gli amaranto,privi di Modesto e ben presto di Mesto,uscito dopo cinque minuti per un risentimento muscolare,sbagliano l'approccio alla partita e soffrono l'Ascoli che dopo un quarto d'ora passa grazie ad uno strepitoso calcio di punizione di Fini,a coronamento di una certa supremazia bianconera nella prima fase del match. A fare la differenza e a rimettere le cose in sesto per le vicende amaranto ci pensa la classe di Nicola Amoruso che ottimamente imbeccato da Foggia,autore di una grande azione personale sulla destra,realizza in tap in dopo essersi visto respingere il suo stesso colpo di testa ravvicinato da Eleftheropulos. Il numero diciassette pugliese si ripete poco dopo,il connubbio questa volta è con Tedesco che con una grande triangolazione lo manda in porta da posizione defilata,bomba sotto l'incrocio e micidiale uno-due della formazione amaranto. Bianchi va vicino alla terza segnatura,ma ci pensa il fischiatissimo ex di turno,Foggia,a chiudere i conti con una bella azione personale partita da centrocampo e conclusa con un preciso sinistro dal limite che fulmina l'estremo difensore marchigiano. Tutto sembra finito,ma Bonanni trova il jolly da trentametri e le cose si riaprono per pochi minuti sul 3-2,che non si schioderà più nonostante un calcio di rigore concesso generosamente agli uomini di Mazzarri,che già se n'erano visti negare uno più netto nella prima frazione,fallito da Bianchi e neutralizzato dal portiere greco di SOnetti. La Reggina corre pochi rischi fino al termine e lo fa gestendo alla grande la palla grazie alla stanchezza dei padroni di casa,rimasti in dieci per la doppia ammonizione rimediata da Minieri. La Reggina scavalca Chievo e Torino e torna prepotentemente a candidarsi per un posto nella serie A della prossima stagione.