Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Arbitri-Reggina: scandalo al sole

Arbitri-Reggina: scandalo al sole

farinaLe ultime gare di campionato hanno riportato alla ribalta un "problema" (se possiamo definirlo tale) che la Reggina aveva fatto notare già nelle prime partite della stagione: la questione arbitrale. Mercoledì, nel turno infrasettimanale contro la Fiorentina, sotto il tiepido sole di Reggio Calabria, l'arbitro del match, Rizzoli, a pochi minuti dal termine vede in area amaranto un fallo di mano che il


resto dello stadio (giocatori della Fiorentina, compresi) non vede. Mutu trasforma il penalty e la Reggina osserva sfumare la vittoria contro una delle squadre più forti e in forma del torneo.

Pochi giorni dopo, sotto l'altrettanto tiepido sole di Parma, Farina vede due rigori contro gli amaranto. Il primo viene neutralizzato da Campagnolo, ma il secondo è quello decisivo che priva la squadra di Mazzarri di una vittoria di platino contro una diretta concorrente per evitare la retrocessione. L'occhio di lince di Farina non vede però che il gol del momentaneo 1-1, firmato dal croato Igor Budan, è realizzato grazie a un palese tocco di mano del giocatore del Parma. Una volta la chiamavano "la mano di Dio".

La Reggina è infuriata. A fine gara i microfoni di Sky catturano (nel vero senso della parola) la voce di Mazzarri che prova a calmare i propri giocatori: "Non protestate, rientrate negli spogliatoi – urla il tecnico toscano – non aspettano altro per fischiare contro la Reggina".

In definitiva gli amaranto nelle ultime due gare sono stati scippati di quattro punti che avrebbero potuto fare molto comodo a Lucarelli & co. Dio non voglia che questi quattro punti possano pesare a fine campionato. Forse è proprio questo il pensiero che spaventa e fa arrabbiare la Reggina. Ma ormai è troppo tardi: ormai il delitto è servito.