Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Fiorentina: le pagelle di strill.it

Reggina-Fiorentina: le pagelle di strill.it

Campagnolo: continua a guadagnare consensi. E’ bravo su alcuni tiri dalla distanza e per poco non intercetta anche il rigore di Mutu: voto 6,5
Lanzaro: gli attaccanti della Fiorentina sono tra i più temibili del torneo, ma lui se la cava egregiamente, fino a quando non abbandona il campo per i postumi di un duro contrasto: voto 6
Lucarelli: dirige bene la difesa e, in determinate circostanze, si lascia andare anche a qualche disimpegno in bello stile: voto 6,5
Aronica: diligente come spesso gli accade. Protagonista, ma incolpevole, nell’episodio del rigore: voto 6
Amerini: i piedi non sono ruvidi, ma in serie A la differenza spesso è fatta dalla velocità di pensiero e di esecuzione. In questo caso emerge qualche problema: voto 5,5
Tognozzi: se la prestazione di Liverani non decolla è anche merito suo. Arriva al fischio finale stremato: voto 6
Tedesco: corre per tre e mette lo zampino anche nell’azione del momentaneo vantaggio; è infatti suo il break che dà il via all’azione di Foggia: voto 6,5
Modesto: la prima conclusione nello specchio della porta è sua. In ripresa rispetto alle ultime uscite: voto 6
Foggia: caparbio e delizioso nell’azione del gol. Nonostante qualche pausa di riflessione che si concede di tanto in tanto, fa vedere di che pasta è fatto: voto 7
Vigiani: schierato sulla fascia, fa rimpiangere lo squalificato Mesto: voto 5,5
Bianchi: ha sulle spalle l’intero peso dell’attacco amaranto. Si danna l’anima, si sbraccia, si arrabbia con guardalinee e arbitro, ma alla fine combina poco: voto 5,5
Giosa: fa la sua parte: voto 6
Missiroli: impalpabile: voto 5
Nardini: in campo per una manciata di secondi: senza voto