Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / La Reggina rallenta ma non si ferma

La Reggina rallenta ma non si ferma

La Reggina rallenta il passo dopo le due vittorie esterne consecutive,ma continua a macinare punti con il pareggio casalingo contro l'Atalanta. La gara è stata molto combattuta delle due squadre che hanno dimostrato di equivalersi in un match che entrambe hanno provato a vincere. A passare in vantaggio sono stati gli amaranto con Amoruso,che ha realizzato dal cuore dell'area di rigore battendo Calderoni in uscita,ottimamente imbeccato da Tedesco in seguito ad una bella azione personale del centrocampista palermitano. Gli abbonati amaranto presenti al Granillo si sono visti gelare l'entusiasmo a un quarto d'ora dalla fine da una fortuita deviazione di Lanzaro,sugli sviluppi di un cross partito da un calcio piazzato battuto da Doni,che ha ingannato Campagnolo,autore di una buona prestazione. I neroazzurri avevano già severamente impegnato il portiere reggino in più circostanze dimostrando di meritare il raggiungimento del pareggio,poi arrivato.  Da segnalare che le ammonizioni di Amoruso e Lanzaro costeranno la squalifica ai due diffidati.

 

REGGINA-ATALANTA 1-1 (0-0)
MARCATORI: Amoruso (R) al 18' s.t., (aut.) Lanzaro (A) al 29' s.t.
REGGINA: Campagnolo; Lanzaro, A. Lucarelli, Aronica; Mesto, Tognozzi (Amerini dal 38' s.t.), Gia. Tedesco, Modesto; Vigiani (Foggia dal 14' s.t.), Amoruso; Bianchi. (Puggioni, Di Dio, Nardini, Gazzi, Missiroli). All. Mazzarri.
ATALANTA: Calderoni; Adriano (Ventola dal 27' s.t.), Talamonti, Loria, Bellini; Ferreira Pinto (Tissone dal 37' s.t.), Bernardini (Migliaccio dal 27' s.t.), Donati, Ariatti; Doni; Zampagna. (Ivan, Carrozzieri, Bombardini, Defendi). All. Colantuono.
ARBITRO: Bergonzi di Genova