Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Mazzarri accoglie Vigiani e aspetta il Palermo

Mazzarri accoglie Vigiani e aspetta il Palermo

Arriva da Arrigoni l'ufficializzazione del ritorno in amaranto di Vigiani,centrocampista e che va a rafforzare il settore nevralgico amaranto. Il tecnico labronico ha richiesto a microfoni aperti e con urgenza l'intervento sul mercato della sua società che ha lasciato partire alla volta di Reggio il pupillo di Mazzarri. Il giocatore potrebbe allenarsi già domani con la Reggina. La base dell'accordo con i toscani dovrebbe aggirarsi attorni ai 400.000 euro per l'acquisizione a titolo definitivo dei diritti sportivi del calciatore che firmerà un accordo fino al giugno 2009. L'allenatore reggino è invece particolarmente turbato dal momento di poca tranquillità che sta vivendo tutto l'ambiente :"Queste continue voci di mercato ci disturbano e non ci permettono di poterci preparare al meglio per il prossimo impegno di campionato che non è certo dei più semplici. Il Palermo è terzo in classifica eppure nessuno sembra preoccuparsi di quanto sia gravoso il compito che ci attende sabato.". Mazzarri,con un tuffo nel passato recente, punta il dito sulla poca determinazione dei suoi a San Siro:"A Milano abbiamo giocato bene ma a differenza di altre occasioni abbiamo dimostrato minore cattiveria e scarsa concentrazione nei momenti decisivi del match. Voci estranee al calcio giocato non possono che contribuire a rendere ancora più difficile la nostra opera di miglioramento in merito a questi aspetti". Stuzzicato,invece,sul presunto calo che la squadra sembra avere subito sotto il profilo della media punti,tre soli quelli conquistati nelle ultime quattro partite,afferma con convinzione:" La gara col Milan è ancora un ricordo fresco e tutti sappiamo come è andata . Con l'Empoli abbiamo fatto benissimo e abbiamo vinto. A Verona col Chievo la sconfitta è arrivata negli istanti finali di gara per una nostra distrazione,con Modesto acciaccato a far numero, e dopo avere rischiato di vincere. Con la Sampdoria siamo stati puniti dall'eurogol di Quagliarella pur non avendo demeritato. Per quanto mi riguarda sono soddisfatto e fiducioso, tenuto conto che nonostante il nostro cammino abbia subito qualche battuta d'arresto imprevista dimostrando però sempre di esserci sia con la testa che con le gambe" .