Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Mazzarri: “Non parlo, ci vorrebbe un libro…”

Mazzarri: “Non parlo, ci vorrebbe un libro…”

mazzarri''Della decisione sull' arbitrato non voglio parlare perche' ci sarebbe da scrivere un libro. Dobbiamo pensare solo al campo, come del resto abbiamo fatto fino ad adesso, ma con ancora maggiore determinazione e rabbia, cercando di migliorarci sempre partita dopo partita. E' questo il nostro imperativo''. Lo afferma l'allenatore della Reggina Walter Mazzarri, in una dichiarazione riportata sul sito della societa'. ''Questi quattro punti – aggiunge Mazzarri – li considero un parziale risarcimento degli errori arbitrali subiti in


questa stagione dalla mia squadra. In questo modo ne avremmo 24 e il quarto posto in cassaforte: davvero un ottimo risultato per una squadra che era partita con tutte le difficolta' che conosciamo. Un grosso plauso quindi a questi calciatori per i risultati fin adesso raggiunti. Vigileremo sugli errori arbitrali fino alla fine del campionato. Non mi e' piaciuto, comunque, essere stato accomunato in maniera superficiale ad altri in riferimento alle proteste nei confronti degli errori arbitrali. La Reggina, fino adesso ha subito una serie di errori tutti nella stessa direzione e se protesta lo fa a ragion veduta''. Mazzarri dice anche che oggi rivedra' la squadra. ''Avevo intenzione – aggiunge – di rivedere le immagini della gara di sabato con l'Ascoli insieme a loro per valutare alcune situazioni che non mi sono piaciute e tentare di correggerle, ma devo avere la mente serena e lo faro' domani. La Sampdoria, prossima avversaria, e' di quelle importanti. Puo' permettersi di lasciare in panchina un attaccante come Bonazzoli, per non parlare della bonta' dell'intero organico. Siamo appena ad un punto dalla zona salvezza, ma non dobbiamo farci prendere dall'assillo di dover raggiungere al piu' presto la zona tranquillita'''. (ANSA)