Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / La risalita prosegue: Reggina batte Ascoli 2-1

La risalita prosegue: Reggina batte Ascoli 2-1

regginaLa Reggina batte
l'Ascoli 2-1 e avvicina il penultimo posto in classifica occupato
proprio dai marchigiani. A decidere l'anticipo del Granillo sono i gol
di Lucarelli e Amoruso. Nel finale, Pecorari accorcia le distanze per
l'Ascoli. In attesa di un possibile sconto in arbitrato, la squadra di
Mazzarri si porta cosi' a un solo punto da quella allenata da Sonetti.
E senza la penalizzazione, i punti in classifica sarebbero stati 20,
gli stessi di Livorno e Catania al quarto posto.

La sfida a distanza fra Bianchi e Bjelanovic, due fra gli
attaccanti piu' in forma del momento, e' uno dei temi della sfida di
Reggio Calabria. Il primo, punta unica della Reggina a caccia del nono
gol stagionale, e' supportato dalla coppia di trequartisti
Leon-Amoruso, mentre in un Ascoli prudente e privo di Fini
(infortunato) il croato ha alle sue spalle un centrocampo a quattro
con gli esordienti Vastola e N'siabamfumu. La partenza a razzo della
Reggina porta alla prima occasione da gol firmata proprio da Bianchi
al 26': assist di Leon, colpo di testa dell'attaccante e palla di poco
fuori. Il segnale lanciato a un Ascoli troppo remissivo e' pero'
chiaro. E a punire la formazione di Sonetti ci pensa Alessandro
Lucarelli alle soglie della mezz'ora: su una punizione dalla
trequarti, Leon pennella e il difensore lasciato solo in area mostra
le sue doti aeree battendo di testa Pagliuca.
Bjelanovic, assente ingiustificato nei primi 45',
si fa vedere in avvio di ripresa girando di destro su suggerimento di
Cudini e creando la prima vera occasione da gol per gli ospiti,
neutralizzata pero' da Pelizzoli. La Reggina distratta lascia campo
all'Ascoli, Bjelanovic e' finalmente sui livelli ammirati in questo
avvio di stagione e al 69' non arriva per poco a correggere in gol un
cross di Guberti, con la sfera che taglia pericolosamente tutta l'area
degli amaranto.
Pericolo scampato, e nel miglior momento dell'Ascoli arriva il
colpo del k.o. della Reggina. Al 78' Bianchi mette a frutto un
contropiede fulmineo dei suoi servendo su un piatto d'argento
l'occasione da gol a Amoruso, che non sbaglia l'esecuzione: finta a
rientrare su Pagliuca, morbido pallonetto e il 2 a 0 e' servito. Un
Ascoli tenace accorcia le distanze all'84' con Pecorari, bravo a
girare di prima intenzione su cross basso di Vastola in area. Forcing
finale, ma tre punti in cassaforte per la Reggina. (ADNKRONOS)