Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina,Lucarelli:”Voglio segnare al mio Livorno”

Reggina,Lucarelli:”Voglio segnare al mio Livorno”

Alessandro Lucarelli,capitano della Reggina,vivrà domenica la particolare sfida con la squadra della sua città,il Livorno,e con molta probabilità si troverà a curare la marcatura del più blasonato fratello Cristiano. "E' davvero una gara particolare per me,ma quello che conta per noi è vincere al di là di tutte le altre situazioni di circostanza. Ormai ho fatto il callo a giocare con mio fratello,quindi non sarà una novità. Di solito segno a tutte le mie ex squadre e il Livorno è una delle poche che manca all'appello,speriamo di sfatare questo tabù già da domenica" il giocatore ha così liquidato tutti i moralismi sulla gara a cui si proetta con molta concretezza:"Il Livorno è una grande squadra,se occcupano il quarto posto,seppur in un campionato atipico,vuol dire che possono contare su valori assoluti da mettere in campo e hanno la possibilità di poter lottare per la qualificazione alla Champions fino alla fine". Lucarelli non risparmia certo parole di veleno per il suo ex presidente :"Spinelli parla sempre troppo e a sproposito. I giocatori del Livorno sono bravi anche perchè riescono a convivere con un presidente del genere". Il difensore riempe di elogi i giocatori che sono ben disimpegnati a San Siro e manifesta il suo rammarico per non esser potuto essere dellla partita:"Chiunque giochi in questa squadra dà il massimo e stiamo dimostrando che chi ci dava per spacciati all'inizio si sbagliava. Tra noi c'è un grande legame di gruppo e l'unica competizione in rosa è quella sana e leale che non può che fare bene all'economia della squadra".  Infine Lucarelli regala una battuta sull'Arbitrato,la cui udienza avrà inizio domani:"Se sarà fatta giustizia vorrà dire che avremo ricevuto un congruo sconto sulla penalizzazione che grava sulla nostra testa,se così non dovesse essere evidentemente sarà perchè non tutto è stato valutato in buona fede"