Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Diffidato non può entrare negli stadi, ma gioca in Eccellenza

Diffidato non può entrare negli stadi, ma gioca in Eccellenza

Un calciatore
della Bovalinese, Fabio Bonanno, di 23 anni, e' stato denunciato
in stato di liberta' dalla Polizia perche' ha giocato ieri in
occasione dell'incontro con lo Scalea 1912, valido per il
campionato di Eccellenza, malgrado nei suoi confronti fosse
stato adottato un provvedimento di divieto di accesso allo
stadio per un periodo di tre anni.
Il divieto di accesso era stato disposto nei confronti del
giocatore perche' coinvolto, secondo quanto riferito dalla
Polizia, negli incidenti accaduti nello scorso mese di febbraio
durante l'incontro tra la Bovalinese e lo Scalea.

Bonanno, sempre perche' sorpreso a giocare con la Bovalinese
malgrado il provvedimento di accesso allo stadio emesso nei suoi
confronti, era stato denunciato in passato altre due volte.
Secondo il difensore del giocatore, Umberto Abate, la
denuncia nei confronti di Bonanno e' illegittima.
''E questo
perche' – ha detto l'avvocato Abate – il provvedimento di
divieto di accesso adottato dal Questore di Reggio Calabria nei
confronti del giocatore non e' stato convalidato dal gip per un
vizio di forma consistente nella mancata specificazione di
diritti della difesa''.

Il presidente della Bovalinese, Giovanni Ferrigno, da parte
sua, ha riferito che a Bonanno, in relazione alla sua presenza
in squadra ieri in occasione dell'incontro con lo Scalea, non e'
stata notificata, al momento, alcuna denuncia.
Sempre ieri e' stato denunciato anche un tifoso della
Bovalinese, V.A., anch'egli di 23 anni, che stava assistendo
all'incontro con lo Scalea malgrado anche nei suoi confronti
fosse stato disposto il divieto di accesso allo stadio sempre in
relazione agli incidenti accaduti nel febbraio scorso. (ANSA).