Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Il bomber Rolando Bianchi: “Reggina su la testa”

Il bomber Rolando Bianchi: “Reggina su la testa”

Con in dubbio la presenza di Amoruso e Leon, è Rolando Bianchi l'unica certezza del reparto offensivo amaranto in vista del difficile incontro in terra toscana: "Sia Nicola che Julio non sono in perfette condizioni fisiche ma spero fino all'ultimo che riescano ad esserci, sono due pedine importantissime per il nostro gioco, insieme abbiamo fatto vedere buone cose". Con Amoruso, tra l'altro, l'intesa migliora di giornata in giornata: "Bisognava avere un po' di pazienza per capire bene i movimenti di squadra ma eravamo coscienti di poter essere fatti l'un per l'altro. Nicola poi è un grande attaccante ed è facile giocare al suo fianco". Domenica una gara sfortunata e il gol sfiorato: "Contro il Catania tante palle gol non concretizzate e una sconfitta giunta al loro primo vero affondo, il calcio è anche questo ma dobbiamo rialzarci subito fin dalla prossima trasferta a Siena. Personalmente sono dispiaciuto per l'occasione sprecata di testa, devo perfezionarmi in fase realizzativa anche se non guardo alla classifica marcatori, quello che importa è la salvezza della Reggina, se arriverà grazie anche ai gol del sottoscritto sarà meglio". Una Reggina che dovrà ancora attendere per l'Arbitrato: "Non è giusto dover aspettare così tanto tempo e non capisco perché questa diversità di trattamento rispetto alle altre squadre. Noi, come abbiamo dimostrato fin adesso, continueremo a scendere in campo motivati e determinati senza guardare la classifica e l'avversario ma certamente non possiamo negare che quest'attesa è snervante". Avversario tosto il prossimo: "Il Siena è una squadra composta da ottimi calciatori e con tanti ex che vorranno farsi rimpiangere ma noi dobbiamo guardare in casa nostra. Limitare i loro uomini migliori (Cozza ad esempio)  provando ad imporre le nostre trame di gioco. Possiamo fare risultato al Franchi solo sfoderando una prestazione sopra le righe e al massimo delle nostre possibilità". Una partita e un avversario che resterà sempre nei ricordi di Rolando Bianchi: "A Siena ho segnato il mio primo gol nella massima serie, giocavo con il Cagliari e finì 2-2 ma le memorie contano poco, servirà soprattutto una grande Reggina!". (REGGINACALCIO.COM)