Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Mazzarri: “Senza errori arbitrali avremmo 5-7 punti in più”

Reggina, Mazzarri: “Senza errori arbitrali avremmo 5-7 punti in più”

A meno di 24 ore dalla sfida contro il Chievo mister Mazzarri si sofferma ancora sulla sconfitta interna contro il Catania ma soprattutto sugli episodi del rigore e del fuorigioco nell'azione del gol subito, ultimi di una serie di torti arbitrali cominciati e proseguiti dalla prima di campionato a Palermo: "Finalmente sabato sera ho avuto la possibilità evidenziare in diretta tv i due errori arbitrali condizionanti per noi nell'esito finale della partita, grandi consensi all'istante ma poi tutto è scemato anche a causa del dossier Milan che ha attirato l'attenzione dei media, di Reggina a quel punto non si è più parlato. A parte il fatto che paragonando gli episodi, quelli da noi subiti sono di gran  lunga più eclatanti, posso certamente affermare che da Palermo alla gara con il Torino, dal Cagliari in casa alla Lazio, dall'Atalanta (due rigori addirittura non concessi) all'ultima contro il Catania la mia squadra poteva avere dai 5 ai 7 punti in più che aggiunti ai 12 avrebbero significato tantissimo per una realtà come la nostra partita con il grande handicap che conoscete. Ad un allenatore da fastidio veder giocare la sua squadra, probabilmente contrariamente alle aspettative di molti, su ottimi livelli e venire  penalizzata costantemente, se c'è un rigore perché si è bravi a procurarselo deve essere concesso, è occasione da gol. Io non parlo di complotti o chissà cosa, mi rifaccio solo a dati di fatto e quando c'è un errore bisogna evidenziarlo ma soprattutto se c'è qualcuno che giudica, che prenda gli stessi provvedimenti nei confronti di tutti, sia per chi sbaglia con una grande che contro una piccola. In passato mi consigliavano di stare zitto e non lamentarmi ma quando c'è un'ingiustizia è corretto metterla in evidenza". Voltiamo pagina e pensiamo al Chievo: "Questa gara giunge nel momento migliore per poter dare spazio a chi ne ha avuto poco fin adesso, è il modo più opportuno perchè possa valutarli meglio in funzione di un maggiore utilizzo futuro. Fermo restando che c'è ancora un allenamento credo che scenderà in campo la seguente formazione con Campagnolo in porta, Di Dio, Giosa e Morabito, Esteves se sta bene o Castiglia, Carobbio, Tognozzi e Barillà, Missiroli, Rios e Nielsen. In panchina sicuramente Bianchi, Lanzaro, Mesto e probabilmente Leon". A proposito Leon: "Fin a quando è stato in forma l'ho fatto giocare titolare, questo vuol dire che poteva darci sicuramente una mano in più, verrà in panchina se oggi mi conferma di essere recuperato". Dopo dieci gare una Reggina comunque positiva: "E' una squadra che mi sta dando grosse soddisfazioni, che migliora giornata dopo giornata e che deve assolutamente non pensar più al Catania anche se in molti fatichiamo a digerire quella sconfitta. Questi ragazzi hanno dimostrato di possedere grande orgoglio e a Siena spero si trasformi in energia positiva per una grande prestazione, come a Bergamo per giocarci le nostre chance".   (REGGINACALCIO.COM)