Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Cagliari, le pagelle di “strill”

Reggina-Cagliari, le pagelle di “strill”

reg-cag_lucarelliPelizzoli: brillante nel primo tempo su due conclusioni ravvicinate, ma continuamente fuori tempo sulle uscite, trasmette insicurezza alla difesa e, come se non bastasse, con un rinvio sbagliato mette in moto l'azione del Cagliari che porta al rigore: voto 5

 

Lanzaro: molto spesso in difficoltà contro avversari comunque difficili: voto 5,5

 

Giosa: vale il medesimo discorso di Lanzaro, ma se la cava meglio: voto 6

 

Lucarelli: un trascinatore sul piano della personalità, senza sbavature in difesa, anche goleador: voto 7,5

 

Esteves: efficace sulla fascia, positivo anche quando viene spostato al centro: voto 6,5

 

Tedesco: ancora non brillante come al solito, ma in mezzo al campo si sente comunque: voto 6

 

Amerini: ancora una bella prestazione; presente, duro fisicamente ed anche intelligente sul piano tattico: voto 7

 

Carobbio: quasi sempre fuori dal gioco, sia in fase difensiva che di costruzione: voto 5

 

Modesto: inesauribile sulla fascia di sua competenza: voto 7

 

Leon: il faro di tutte le giocate della Reggina, suoi gli spunti decisivi per entrambi i gol. Rispetto a qualche anno fa pare avere improvvisamente scoperto la dimensione verticale: voto 8

 

Bianchi: un leone; si batte su ogni palla, rincorre gli avversari, accorcia, pressa, si divora un gol quasi fatto e, quando la partita gira su sè stessa, al minuto 93, lui c'è: voto 7,5

 

Amoruso: la sua tecnica è una spanna superiore a quella degli altri, il resto lo fa l'esperienza, nonostante una forma fisica non perfetta. Coglie un incrocio dei pali clamoroso e costringe Chimenti alla respinta sui piedi di Bianchi in occasione della rete decisiva: voto 7

 

Missiroli: volenteroso come sempre: voto 6