Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Il cuore non basta: Palermo-Reggina 4-3

Il cuore non basta: Palermo-Reggina 4-3

s.agataNon è bastato un cuore immenso alla Reggina per tornare imbattuta da Palermo, in occasione della prima giornata di campionato. Il Palermo ha vinto per 4-3, in una gara emozionante che ha messo in mostra un carattere straordinario da parte della squadra di Mazzarri, tanta sfortuna a carico della squadra amaranto, ma anche un gap tecnico notevole a favore dei
rosanero. Alla mezz'ora del primo tempo il Palermo conduce già per 3-0,


grazie ad una rovesciata di Bresciano, ad un gol di tacco di Biava e ad un rigore dubbio realizzato da Corini.
Poco per volta, quando nessuno se lo aspetterebbe, comincia la reazione amaranto.
La squadra di Mazzarri, nonostante sia costretta a rinunciare a Mesto per infortunio,
accorcia le distanze poco prima del riposo con uno strepitoso Bianchi che poi, al 9° della
ripresa realizza anche il 3-2.
A più riprese la Reggina sfiora il pareggio al cospetto di un Palermo visibilmente
frastornato ed anche fischiato dai suoi sostenitori, ma la ruota della fortuna gira in senso
contrario. Prima un Ayroldi nervosissimo (più lui dei giocatori, e lo dimostrano i 14
cartellini gialli sventolati) manda anzitempo negli spogliatoi Aronica, poi, in superiorità
numerica, il Palermo si porta a nuovamente a distanza di sicurezza con Amauri che sfrutta
l'ennesima indecisione difensiva, stavolta sotto forma di un'uscita completamente a vuoto
di Pelizzoli.
Ma la Reggina, pur sotto di due gol ed in inferiorità numerica, non è morta: è un ottimo
Leon a provarci ancora ed a cogliere un clamoroso palo su punizione, mentre il 4-3 finale
è messo a segno ancora da Bianchi (tripletta per lui) che trasforma un rigore (anche questo
generoso) assegnato da Ayroldi per un fallo subito da Leon.
Il resto del tempo si consuma con un assedio sterile degli amaranto