Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina-Verona, le pagelle di Strill.it

Calcio – Reggina-Verona, le pagelle di Strill.it

BELARDI 6,5 – Ottimo intervento in uscita per chiudere lo specchio su Ferrari.

FREDDI 6,5 – Duello rusticano con Ferrari per la prima ora di gioco.  Si oppone con il fisico, con il tempismo e intelligenza difensiva agli avversari. Buonissima prova la sua.
EMERSON 6 – Attento in difesa, abile a trasformare l’azione da difensiva in offensiva con ottime aperture di gioco e uscite palla al piede.
ANGELLA 5,5 – Gara quasi perfetta la sua. E’ sfortunato, perchè l’unica  sua incertezza consente al Verona di vincere la partita.
RAGUSA 6 – Spesso non viene innescato nel modo giusto, ma quando parte sulla destra è una saetta. Sostituito quando forse poteva ancora dare qualcosa. (dal 54′  MELARA 6 – Infastidice la difesa nella zona esterna di destra. Nel finale prova il gran gol in acrobazia, senza fortuna).
D’ALESSANDRO 6 – Copre Ragusa quando l’ex salernitano diventa la terza punta, ripiega su Hallfredsson nella posizione di mezz’ala destra  quanto la corsia di destra viene presidiata dal compagno.  Ottimo il suo cross nell’occasione del colpo di testa Campagnacci parato da Rafael.
RIZZO 5,5 – Offre il suo contributo quando c’è da correre in orizzontale su e giù per il campo a coprire le avanzate degli avversari.  Sbaglia qualche apertura, ma non è un regista e lo si sa. Nel primo tempo gli avversari chiedono a gran voce il doppio giallo per un intervento a centrocampo.
BARILLA’ 6,5 – Si fa fatica a trovare delle pecche nella sua prestazione. Che si tratti di attaccare o di coprire conferma di essere in un momento eccellente.  In una Reggina che appare un pò piatta sembra essere l’unico in grado di creare squilibri tra gli avversari con degli inserimenti tra le linee o con delle buone iniziative palla al piede, grazie anche al puntuale supporto di Rizzato.
RIZZATO 6,5 – Se Cangi è il peggiore in campo gran parte del merito è il suo che lo asfalta per quasi tutto il primo tempo. L’istantanea della sua prestazione è rappresentata da un’azione collocabile intorno al novantesimo: il neoentrato Berrettoni, un brevilineo fresco e abbastanza rapido, in venti metri ne perde almeno cinque sul calciatore amaranto in moto perpetuo dal primo minuto.  Inesauribile.
CAMPAGNACCI 6 – Va vicino al gol, ma Rafael glielo nega con un buon intervento.  Abbastanza presente nell’ambito del gioco, nella ripresa compie un grandissimo recupero andando a chiudere un contropiede avversario intercettando un cross da sinistra, dopo aver corso dall’area di rigore avversaria.   (Dal 72′ BONAZZOLI S.V.)
A. VIOLA 5,5 – Negli ultimi tempi era stato spesso lui a trovare il modo di sbloccare partite difficili,  contro il Verona non trova il modo e non riceve i palloni per essere pericoloso.
(Dal 59′ CERAVOLO 6 – Si guadagna qualche calcio di punizione interessante e, a volte, si rivela imprendibile per i difensori avversari).
BREDA 6 – La sconfitta della Reggina è immeritata. Il dato di fatto principale è questo, tuttavia  non appare condivisibile  la scelta di rinunciare a un regista come Nicolas Viola per una squadra chiamata a far gioco.