Home / Sport Strillit / CROTONE CALCIO / Crotone, vincere non basta: sbanca Pescara (0-1), ma Empoli e Genoa non rallentano

Crotone, vincere non basta: sbanca Pescara (0-1), ma Empoli e Genoa non rallentano

La zona salvezza mette il turbo. Dopo un campionato a passo di lumaca in coda della serie A, nelle ultime giornate il ritmo è aumentato sensibilmente. Il Crotone vince sul campo del Pescara ma può gioire solo parzialmente, Empoli e Genoa infatti non rallentano battendo rispettivamente Bologna e Inter. Decide la rete di Tonev, entrato da pochi minuti, a metà della ripresa.

Solito 4-4-2 per i calabresi sul campo del Pescara, è Simy a prendere il posto dell’assente Falcinelli accanto a Trotta. La prima occasione, dopo 11 minuti, capita proprio sui piedi dell’ex Sassuolo Lavora bene di sponda dal limite dell’area Simy che serve Trotta, il mancino dell’attaccante calabrese non riesce però a battere Fiorillo. Dopo la mezz’ora una occasione per parte, con Nalini e Bahebeck, il risultato però non cambia sino all’intervallo.

Dopo pochi minuti della ripresa, Nicola inserisce Acosty nella speranza di aumentare il peso offensivo. Pitagorici vicini al vantaggio con Ceccherini, conclusione a lato, il tecnico rossoblù tira dal cilindro la mossa perfetta. Tonev prende il posto di Simy, ci mette poco l’ex Frosinone per decidere la contesa. Al minuto 73 il Crotone trova infatti il gol partita grazie alla perla dell’esterno bulgaro, tiro straordinario dalla distanza dell’ala del Crotone che pesca il jolly e fa esplodere il settore dei tifosi calabresi.

La reazione del Pescara è nel nervosismo di Benali, che reclama vivacemente un calcio di rigore beccandosi una doppia ammonizione. Formazione di Zeman in dieci e incapace di creare veri pericoli negli ultimi minuti del match, Crotone che mantiene il minimo vantaggio sino al triplice fischio.

Passano le giornate, il distacco rimane invariato, brutta notizia per le speranze dei tifosi rossoblù. Crotone a quota 28 punti, Empoli a 32 e Genoa quasi salvo a 33. Nel prossimo turno i calabresi ospiteranno l’Udinese, Empoli e Genoa impegnate in trasferta ma contro avversari senza più obiettivi e stimoli, ovvero Cagliari e Palermo.